Trattamento della terapia con duodenite

Infiammazione

Il trattamento della duodenite con i farmaci dovrebbe avere un approccio globale e includere tutti i moderni agenti farmacologici: antisecretori, antibatterici, antispasmodici, antiacidi e altri. A volte la fitoterapia porta alcuni benefici. L'analisi differenziale è di grande importanza, dal momento che la duodenite può assomigliare alla colecistite o all'ulcera peptica secondo il decorso clinico.

Terapia Duodenite

La dieta è importante nel trattamento di una malattia, ma nei casi più gravi non è sufficiente. Pertanto, quando si individuano i primi segni della malattia si dovrebbe cercare un aiuto medico. Lo specialista condurrà un sondaggio e stabilirà la diagnosi corretta. L'autodiagnosi e il trattamento in questo caso possono contribuire alla perdita di tempo prezioso. La forma trascurata della malattia non solo è meno suscettibile al trattamento, ma può anche portare a gravi complicazioni che richiedono un intervento chirurgico.

Dopo aver determinato la diagnosi, il medico può prescrivere la pulizia del rivestimento interno dello stomaco e del duodeno con un metodo di lavaggio con una soluzione di acido di manganese e potassio. L'intestino viene liberato dalle tossine assumendo un lassativo salino.

Dal terzo al settimo giorno, il paziente deve seguire la dieta numero 1. Quindi il paziente viene trasferito alla tabella di dieta numero 5. Questo lettino deve essere seguito per circa 1-2 mesi.

Le forme catarrali ed erosive di duodenite sono abbastanza facilmente suscettibili alla terapia conservativa. La forma flemma richiede un trattamento antibiotico lungo e serio. Potrebbe essere necessaria la chirurgia. Possibili complicazioni sotto forma di peritonite, emorragia o perforazione. Nella maggior parte dei casi, il trattamento della duodenite richiede effetti farmacologici complessi.

Opzioni di trattamento per Helicobacter pylori:

  • Opzione di due o tre gruppi di farmaci. Include De-Nol, due antibiotici (Amoxicillina e Claritromicina). Un farmaco antibatterico può essere sostituito dal nitrofurano (Nifuratel o Furazolidone).
  • Opzione di 2-3 gruppi di fondi. Include IPP (Omeprazole) o H2-istamina blocker, due antibiotici, uno dei quali può essere sostituito con Metronidazolo.
  • Metodo di quadroterapia. Variante migliorata, tra cui De-Nol, IPP (Omeprazolo) o H2-istamina blocker, 1 antibiotico e Furazolidone. Questo trattamento è prescritto in caso di fallimento delle due precedenti opzioni di trattamento.
  • Quando si identificano i vermi, gli agenti antiparassitari sono utilizzati in primo luogo. Le forme secondarie di duodenite richiedono il trattamento della malattia di base, che ha causato cambiamenti distruttivi nella regione duodenale.

Terapia antibiotica per la duodenite

Gli antibiotici sono utilizzati nella rilevazione del batterio Helicobacter pylori. Il corso di terapia accettato include necessariamente una combinazione di 2-3 agenti antimicrobici. Per il trattamento dei farmaci duodenite vengono utilizzati:

  • Amoxicillina (Amoxicar),
  • Metronidazolo (Tinidazole),
  • furazolidone,
  • Claritromicina (Klacid).
Il corso di terapia approvato è di 14 giorni. Dopo il trattamento, il medico può prescrivere probiotici e prebiotici, che ripristinano la flora intestinale (Linex, Probifor, Bifiform). L'effetto positivo, soprattutto nei pazienti con ridotta secrezione, dà l'uso di gocce Hilak-forte.

antispasmodico

Gli antidolorifici sono usati per il disagio grave e il dolore, che spesso accompagnano l'infiammazione duodenale. Un rimedio efficace è la platifillina antispasmodica.

In questo caso, la preferenza dovrebbe essere data agli antispasmodici miotropici selettivi. Applicare compresse come No-shpa, Drotaverin, Papaverin. Grazie a questi mezzi, con la duodenite, gli spasmi degli organi dell'apparato digerente vengono eliminati. Il farmaco di scelta per la malattia è la Duspatalina. Migliora la motilità della cistifellea e del duodeno e allo stesso tempo non contribuisce all'ipotonia e all'atonia.

antiacidi

Gli antiacidi non assorbibili riducono efficacemente l'acidità nel tratto gastrointestinale grazie a principi attivi attivi: fosfato di alluminio, idrossido di alluminio, trisilicato di magnesio, idrossido di magnesio. Le preparazioni di alluminio-magnesio (Altacid, Almagel, Gastracid, Maalox e Palmagel) sono combinazioni bilanciate di elementi e sono caratterizzate da un inizio più lento dell'effetto terapeutico rispetto ai composti di sodio e calcio, ma hanno un tempo di esposizione più lungo.

I farmaci efficaci raggruppano gli antiacidi non assorbibili:

Riducono rapidamente l'acidità gastrica, assicurando la più rapida rigenerazione delle pareti duodenali danneggiate.

Farmaci antisecretori

A causa del meccanismo d'azione, gli IPP sono riconosciuti come i farmaci più efficaci per ridurre la secrezione. Questo gruppo di farmaci farmacologici supera tutti i noti agenti antisecretori in termini di sicurezza ed effetti terapeutici, e ha anche un eccellente riscontro da parte di esperti. IPP ha 5 generazioni di farmaci.

I mezzi più popolari di questo gruppo, con efficienza, confermati da studi clinici con la partecipazione di 50 mila pazienti, sono:

  • omeprazolo,
  • lansoprazolo,
  • pantoprazolo,
  • rabeprazolo,
  • Esomeprazolo (a differenza dei suoi predecessori, l'agente ha un isomero S, quindi viene espulso più lentamente dal corpo).
  • L'esomeprazolo è considerato il PPI più efficace di tutti usato oggi. Il farmaco è in grado di sopportare il valore di pH necessario fino a 14 ore, con l'uso di 40 mg al giorno.

Preparativi per migliorare il tratto digestivo

Tra gli agenti basati su domperidone, i farmaci più noti sono: Motilak, Passazhiks, Motilium. Dovrebbero essere usati come antiemetici, così come per migliorare la funzione motoria del tratto gastrointestinale e accelerare l'evacuazione delle masse alimentari.

Farmaci come Itomed, Ceruglan, Ganaton e Primer stimolano la motilità GI. Rappresentano una nuova generazione di procinetici - farmaci che ripristinano il tratto digestivo durante l'esacerbazione della malattia. Accelerano il passaggio delle masse alimentari, stimolano i muscoli lisci. Non influire sul livello di gastrina.

Itopride cloridrato, che è il componente principale del farmaco Ganaton, rafforza la motilità del tratto gastrointestinale, promuove il rilascio di acetilcolina e ne previene la distruzione. Il farmaco Ganaton ha un effetto speciale sul tratto gastrointestinale duodenale, accelera il trasporto di masse alimentari e migliora lo svuotamento intestinale, ha un effetto antiemetico.

Tali prinetici della vecchia generazione, come Zerakal, sono usati raramente, poiché rivelano un numero di proprietà negative, il più importante dei quali è l'effetto negativo sul sistema nervoso centrale.

Prevenzione delle malattie

La malattia è di natura stagionale con esacerbazioni occasionali. Per massimizzare il periodo di remissione, è necessario rispettare le seguenti raccomandazioni:

  • L'eliminazione delle cattive abitudini (fumo e abuso di bevande alcoliche) come fattori che influenzano direttamente e indirettamente la mucosa del duodeno e del pancreas.
  • Conformità con la dieta appropriata, che fornisce gli intervalli ottimali tra i pasti, nonché l'uso di cibi sani con calorie sufficienti.
  • Nel caso della duodenopatia sullo sfondo dell'uso a lungo termine dei FANS (Diclofenac, Aspirina, Ketorolac, Paracetamolo, Indometacina, ecc.), La sostituzione dei salicilati con un inibitore della COX-2 più innocuo (Rofecoxib, Celecoxib).
  • Trattamento tempestivo di malattie che contribuiscono all'emergenza di una duodenite cronica secondaria (patologia epatica, forme croniche di pancreatite e gastrite, ulcera peptica, ecc.).
  • Per scopi profilattici, si raccomanda di assumere IPP (Omez, Pantoprazolo) o istamina bloccanti di ultima generazione (Misoprostolo o Famotidina) in dosi terapeutiche. Va tenuto presente che gli IPP sono riconosciuti come farmaci più efficaci e innocui per la prevenzione e il trattamento della gastro-e duodenopatia.

L'efficacia della terapia spesso dipende direttamente dal modo in cui il paziente si rende conto della necessità di seguire tutte le raccomandazioni e le istruzioni mediche sulla nutrizione dietetica, nonché dell'importanza di apportare modifiche allo stile di vita abituale che ha causato l'insorgenza della malattia. Solo gli sforzi congiunti del medico e del paziente saranno la chiave per una pronta guarigione e prevengono il ripetersi della duodenite.

Duodenite - che cos'è? Sintomi, cause e trattamento

Duodenite - infiammazione della membrana mucosa (interna) del duodeno. Il duodeno segue immediatamente dopo lo stomaco - il piloro li separa - ed è la sezione iniziale dell'intestino tenue umano.

I meccanismi di sviluppo della duodenite non sono completamente compresi. Di norma, il processo infiammatorio nel duodeno si sviluppa a causa degli effetti sul corpo di fattori che hanno un effetto irritante e dannoso sulla membrana mucosa del tubo digerente o violano la relazione tra i fattori di aggressione e i fattori che proteggono la zona gastroduodenale.

Secondo il decorso clinico, si distinguono forme acute e croniche di duodenite. Di conseguenza, i sintomi e il trattamento variano anche in base alla forma della malattia.

motivi

Perché si sviluppa la duodenite e che cos'è? Per duodenite si intende una malattia infiammatoria sistemica della mucosa duodenale o dell'organo stesso.

I seguenti fattori contribuiscono alla comparsa di duodenite acuta nel duodeno:

  • abuso di cibo e bevande, irritazione della mucosa degli organi digestivi - affumicato, piccante, fritto, grasso, caffè, alcool;
  • intossicazione alimentare;
  • danni alla mucosa da parte di oggetti estranei, ad esempio l'ingestione di particelle alimentari indigeribili;
  • ingestione di infezioni nel duodeno - stafilococchi, Helicobacter pylori, clostridi, enterococchi.

La duodenite cronica può essere primaria e secondaria. La duodenite cronica primaria si verifica con una dieta scorretta (uso di cibi acuti, irritanti, caldi, alcool), il fumo.

La duodenite cronica secondaria è più comune - si sviluppa sullo sfondo delle malattie infiammatorie esistenti, come la gastrite cronica, l'ulcera duodenale, il trattamento improprio della duodenite acuta.

La duodenostasi svolge un ruolo importante nello sviluppo della duodenite secondaria - insufficiente motilità duodenale dovuta a ostruzione o scarsa peristalsi.

classificazione

La classificazione generalmente accettata di duodenite cronica è assente. Tenendo conto delle peculiarità dello sviluppo e della localizzazione preferenziale del processo, si distinguono 4 opzioni:

  • genesi acida, prevalentemente bulbit, acidopeptica;
  • cronico, combinato con gastrite atrofica o enterite;
  • cronico, sviluppato sullo sfondo della duodenostasi;
  • duodenite locale (papillite, okolosocochkovy diverticolite).

Secondo la prevalenza del processo la duodenite può essere dei seguenti tipi:

  • diffuso - infiammazione della membrana mucosa dell'intero duodeno;
  • focale - l'infiammazione è limitata a una piccola area;
  • area prossimale - infiammata del duodeno adiacente allo stomaco (cipolla);
  • distale - l'infiammazione si sviluppa nella transizione all'intestino tenue.

Inoltre, secondo l'immagine endoscopica, ci sono:

  • cronica superficiale;
  • cronico atrofico;
  • interstiziale cronico;
  • cronico erosivo e ulcerativo.

In base alla durata del processo, si distinguono:

  • acuto - il periodo di tempo non è più di 1 mese;
  • cronica - la durata della malattia è superiore a sei mesi, i periodi di miglioramento (remissione) sono sostituiti da esacerbazione (recidiva).

Di conseguenza, a seconda della forma della duodenite, i sintomi e i metodi di trattamento saranno diversi. Stabilire una diagnosi accurata aiuterà la diagnosi qualificata.

Sintomi di duodenite

L'infiammazione del duodeno è caratterizzata da dolore allo stomaco, vomito, nausea, debolezza in tutto il corpo, dolore durante la palpazione della zona epigastrica. Se necessario, la duodenofibroscopia viene assegnata per chiarire la diagnosi, mediante la quale vengono rilevati i processi infiammatori che si verificano nell'intestino.

Con la duodenite flemmatica, che è molto rara, i muscoli della parete addominale sono tesi, le condizioni generali del paziente si deteriorano drammaticamente, si osservano febbre, VES elevata e leucocitosi neutrofila. In questo caso, la duodenofibroscopia e il suono duodenale sono controindicati.

Il quadro clinico della duodenite cronica è caratterizzato dalla diversità e dalla non specificità dei sintomi negli adulti, nonché dalla significativa somiglianza dei sintomi con altre malattie degli organi digestivi. La duodenite cronica è solitamente associata a ulcera peptica, gastrite cronica, enterite, pancreatite, malattie croniche delle vie biliari.

La gravità e la natura di altre malattie correlate del tratto gastrointestinale determinano in gran parte i sintomi clinici della duodenite cronica. A seconda delle manifestazioni cliniche, si distinguono diverse forme principali di duodenite cronica: forme ulcerative, gastritose, simili a colecisti, pancreatine e neurovegetative.

diagnostica

La diagnosi di duodenite può essere effettuata in base ai risultati del quadro endoscopico dopo gastroscopia. Spesso utilizzati e altri metodi diagnostici aggiuntivi per determinare correttamente la forma della malattia:

  • duodeno e stomaco ai raggi x;
  • intubazione duodenale;
  • coprogram;
  • analisi biochimiche del succo gastrico e del pH;
  • analisi del sangue biochimica.

Nel caso di duodenite secondaria singoli pazienti possono inoltre designare Piano manometria, colangiopancreatografia retrograda, procedure CT o MRI, analisi del sangue biochimica coprogram, valutazione dei fecale elastasi-1 fibroileokolonoskopiyu, 24 ore di monitoraggio gastrico pH-metria, enterograph, gepatoholetsistografiyu, elettrocardiografia, renografia, ecografia del cuore e altri metodi.

Trattamento della duodenite

Nella duodenite, il trattamento inizia con la rimozione della causa dell'infiammazione del duodeno.

Prima di tutto, per la duodenite acuta, è una dieta e un rigido regime stazionario. Nei primi due giorni, i medici raccomandano di lavare lo stomaco con una soluzione di pergamena di potassio, dopo di che circa trenta grammi di solfato di magnesio, diluito in 300 millilitri di acqua pura, viene assunto a stomaco vuoto.

Dal secondo giorno è razionale assumere farmaci che avvolgono il corpo e neutralizzare il dolore: spasmolitico sotto forma di papaverina e di drotaverina. La duodenite flemmonica di solito richiede un trattamento con antibiotici, una degenza ospedaliera e talvolta un intervento chirurgico.

Nella duodenite cronica sono prescritti farmaci antiacidi, antispasmodici, astringenti, anticolinergici e ganglioblokiruyuschie. È possibile trattare una malattia con l'aiuto della terapia vitaminica, che comporta il reintegro del corpo con tali elementi: A, B6, B12. Ancora può applicare infusioni a goccia di idrolizzati di proteine ​​per via endovenosa.

Se la duodenite secondaria viene diagnosticata durante la gastrite, deve essere trattata insieme alla terapia della malattia principale. I pazienti con una forma cronica della patologia devono sempre essere sotto la supervisione di un medico e devono anche condurre un trattamento anti-ricaduta.

Terapia farmacologica

Come trattare la duodenite? Oltre alla dieta in duodenite acuta o nel periodo di esacerbazione della sua forma cronica, i farmaci possono essere prescritti al paziente:

  • antispastici (per alleviare il dolore) - Platyphyllin, Drotaverin, No-Spa;
  • agenti di rivestimento (per proteggere le mucose) - De-nol, Vis-nol;
  • antiacidi (farmaci che riducono l'acidità aumentata del succo gastrico) - Omeprazolo, Pantoprazolo, Almagel;
  • antibiotici quando viene rilevato Helicobacter pylori;
  • nel caso di malattie parassitarie, la loro chemioterapia (metronidazolo, Wormil);
  • con duodenostasi - significa che migliora la motilità del tratto digestivo (Domperidone).

Le procedure fisioterapeutiche completeranno efficacemente il trattamento farmacologico: elettroforesi, fangoterapia, terapia a microonde e trattamento termale.

dieta

Nel trattamento della duodenite un ruolo molto importante è svolto da una corretta alimentazione, perché il lavoro del sistema gastrointestinale dipende direttamente da ciò che una persona mangia. La dieta terapeutica in questo caso consiste nel rifiutare i seguenti prodotti:

  • cibi grassi e pesanti;
  • carne affumicata;
  • condimenti piccanti;
  • sottaceti;
  • bevande gassate;
  • alcol;
  • caffè e tè forte;
  • frutti aspri - mele, arancia, ecc.

È meglio seguire una dieta rigorosa durante il mese, dopo di che la dieta può essere arricchita con varie salsicce, salsicce, porridge di cereali, insalate di verdure, frutta e verdura crude, nonché uova strapazzate. Durante il trattamento della duodenite, è anche importante escludere i prodotti alimentari severamente proibiti in questa malattia. Questi includono i prodotti di cui sopra.

prevenzione

Per prevenire non solo lo sviluppo di infiammazione del duodeno, ma anche le sue esacerbazioni, è necessario seguire attentamente una dieta equilibrata. È necessario evitare l'uso frequente di piatti piccanti, fritti, speziati, pesce secco. Non abusare di alcool, caffè forte e tè. È necessario che la dieta contenga non solo carboidrati e grassi, ma anche una quantità sufficiente di proteine.

Duodenite dello stomaco, che cos'è? Sintomi e trattamento negli adulti

Duodenite - infiammazione della membrana mucosa del duodeno. Il decorso della malattia può essere acuto o cronico. A seconda dell'area del processo patologico, la duodenite comune e limitata è isolata.

Con lesioni delle divisioni superiori, i sintomi della malattia assomigliano a un'ulcera gastrica e la duodenite inferiore causa sintomi simili a pancreatite o colecistite. La malattia è accompagnata da debolezza generale, dolore allo stomaco, bruciore di stomaco, eruttazione, nausea, vomito.

La duodenite acuta con una dieta delicata (a volte a digiuno) di solito finisce dopo pochi giorni. Le malattie ripetute diventano croniche, complicate da sanguinamento intestinale, perforazione della parete intestinale e sviluppo di pancreatite acuta.

Cos'è?

La duodenite è un processo infiammatorio nella mucosa duodenale (ulcera duodenale), che causa cambiamenti strutturali nella mucosa e porta a disturbi funzionali dell'organo. Secondo le statistiche, oltre il 10% della popolazione ha manifestato i sintomi della duodenite - questa è la patologia più comune nella sezione iniziale dell'intestino tenue.

Duodenite acuta

Un prerequisito per il rapido sviluppo della duodenite acuta è l'avvelenamento o l'amore per i piatti speziati orientali. In questo contesto, le reazioni infiammatorie sulla superficie mucosa del duodeno provocano la formazione di focolai ulcerativi ed erosivi, a volte si formano cavità ulcerative piene di pus (cellulite) sullo strato superficiale dell'intestino.

I sintomi della duodenite negli adulti allo stadio del decorso acuto si manifestano:

  1. Dolore acuto allo stomaco;
  2. Disturbo da indigestione;
  3. Vomito, nausea e debolezza.

Lo sviluppo di un processo acuto provoca quasi sempre reazioni infiammatorie nell'intestino o nello stomaco. Spesso viene diagnosticata come duodenite gastrica, che è fondamentalmente sbagliata, l'infiammazione della mucosa della cavità dello stomaco ha il suo nome - gastrite.

Il ruolo provocatorio che contribuisce allo sviluppo di reazioni infiammatorie patologiche nella struttura mucosa del duodeno è giocato da mobilità compromessa o peristalsi, il che rende difficile spostare il contenuto condensato dell'intestino tenue allo sbocco (duodenostasi). Se il trattamento viene scelto correttamente e il paziente segue una dieta moderata, il processo infiammatorio nel duodeno viene interrotto piuttosto rapidamente. Ma, nel caso della reinfiammazione delle pareti intestinali, si sviluppa una fase del decorso cronico della malattia.

Duodenite cronica

La duodenite cronica può essere primaria e secondaria. La duodenite cronica primaria si verifica con una dieta scorretta (uso di cibi acuti, irritanti, caldi, alcool), il fumo. Più comune è la duodenite cronica secondaria - si sviluppa sullo sfondo di malattie infiammatorie già esistenti, ad esempio, gastrite cronica; ulcera duodenale; trattamento improprio della duodenite acuta.

Secondo il grado di cambiamenti strutturali, ci sono diverse varianti della duodenite cronica:

  • atrofico (assottigliamento della membrana mucosa del duodeno con l'estinzione della sua funzione secretoria);
  • superficiale (il processo infiammatorio cattura solo gli strati superiori della mucosa);
  • iperplastico (con eccessiva proliferazione tissutale);
  • interstiziale (senza danni alle ghiandole), erosivo-ulcerativo (caratterizzato dalla comparsa di piccole erosioni e ulcere sulla mucosa).

Sintomi di duodenite cronica

  • bruciore di stomaco
  • eruttazione,
  • sensazione di pienezza nell'addome superiore ("sotto il cucchiaio"),
  • diminuzione dell'appetito
  • a volte nausea o vomito con la bile,
  • costipazione.

Periodi di esacerbazione - costante dolore allo stomaco, aggravato dal digiuno o 1,5-2 ore dopo aver mangiato. Ci sono dolori notturni. Alcuni pazienti lamentano mal di testa, debolezza, irritabilità, mancanza di respiro e battito cardiaco accelerato, che è associato a una ridotta funzione ormonale del duodeno.

Come trattare?

Il trattamento della duodenite cronica durante i periodi di malattia acuta viene effettuato in un ospedale. Il trattamento è prescritto in base alla causa della malattia.

  1. Quando si rileva l'infezione da Helicobacter pylori usare antibiotici.
  2. In presenza di giardiasi ed elmintiasi, viene prescritta una chemioterapia appropriata (flagel, furazolidone, chloxin).
  3. Per proteggere le mucose prescrivere farmaci avvolgenti (de-nol, sulfacrate). Per scopi anti-infiammatori, si consiglia di utilizzare decotti di camomilla e achillea. Preparati enzimatici sono prescritti per ripristinare la digestione.
  4. Con aumento dell'acidità - farmaci che riducono la secrezione di acido cloridrico (omeprazolo, ranitidina) e antiacidi, che neutralizzano l'acidità del succo gastrico (almagel, maalox, phosphalugel).

Se la causa della duodenite era una violazione della motilità del duodeno (duodenostasi), ad esempio l'ostruzione, è necessario stabilire la sua causa. Se è associato a una violazione di qualsiasi funzione degli organi digestivi, il trattamento della duodenite è conservativo. Viene mostrato cibo frequente in piccole porzioni, farmaci che legano la bile e ne promuovono la secrezione (coleretica). Intubazione efficace duodenale con lavanda duodenale.

In presenza di aderenze, ostruzioni meccaniche e altri tipi di ostruzione, che non possono essere trattati con un trattamento terapeutico, è indicato il trattamento chirurgico della duodenite. Nella duodenite secondaria, è necessario il trattamento della malattia di base.

Sintomi di duodenite

La duodenite negli adulti può iniziare sia improvvisamente che gradualmente. Spesso si manifesta dopo alcuni eccessi alimentari, alcol, stress. La duodenite è solitamente difficile da distinguere da altri disturbi dell'apparato digerente.

Dopotutto, gli stessi sintomi clinici sono caratteristici della duodenite come per la maggior parte degli altri disturbi gastroenterologici:

  • segni di dispepsia gastrica (pesantezza, bruciore o fastidio nella zona epigastrica: eruttazione, nausea, gonfiore);
  • il dolore (dolore debole o molto intenso associato al tipo e al momento del pasto, si verifica nell'addome superiore: la zona epigastrica, ipocondria);
  • disturbi psico-emotivi (irritabilità immotivata, pianto, esaurimento emotivo rapido, ecc.);
  • problemi con le feci (diarrea cronica o stitichezza sistematica, alternandole).

A seconda della combinazione dei sintomi della duodenite, possono essere presenti le seguenti forme cliniche:

  • asintomatico (impostato in caso di assenza completa di manifestazioni cliniche, comune tra i pazienti anziani);
  • colecistoide (dolore simile a colica biliare, sensazione di amarezza in bocca, vomito di bile);
  • simile alla gastrite (il dolore si presenta dopo aver mangiato, sono spesso accompagnati da sintomi di dispepsia gastrica);
  • vegetazione nervosa (sudorazione, episodi di nausea e debolezza, battito cardiaco accelerato, ecc.);
  • simile al pancreaside (i pazienti hanno per lo più lasciato l'ipocondrio, possono esserci dolore "fuoco di Sant'Antonio", diarrea, vomito);
  • misto (con questa forma, i pazienti mostrano segni di varie altre forme di duodenite);
  • ulcere (la variante più frequente, i dolori "notturni" e "affamati" nella parte superiore dell'addome ricordano molto le caratteristiche dell'ulcera peptica, sono associati a eruttazione acida e costipazione persistente).

diagnostica

Il quadro clinico di duodenitis è vario e non specifico, inoltre, duodenit isolato è molto raro, di regola, è unito a altre malattie (la gastrite cronica, l'ulcera allo stomaco, l'enterite, la pancreatite, le malattie delle vie biliari). Pertanto, una diagnosi affidabile di duodenite cronica è possibile solo con l'aiuto di metodi strumentali di ricerca, quali:

  • fibrogastroduodenoscopia con biopsia;
  • duodenoscopia;
  • pH-metro;
  • manometria da pavimento;
  • impedenziometria.

In parallelo con la diagnosi di duodenite, è necessario condurre uno studio sugli organi digestivi associati al duodeno.

complicazioni

In caso di trattamento tardivo per assistenza medica o mancato rispetto della dieta per la duodenite cronica, sono possibili le seguenti complicanze:

  • ulcera duodenale, anche complicata da sanguinamento,
  • ostruzione dell'intestino tenue causata dalla crescita del tessuto connettivo nel sito di infiammazione persistente sulla membrana mucosa e nelle strutture sottomucose,
  • disturbi dell'assorbimento dei nutrienti (malassorbimento), con conseguente perdita di peso, feci instabili, attività alterate e degenerazione degli organi interni.

La prevenzione dello sviluppo di complicanze è il trattamento iniziato nei tempi e il rispetto delle raccomandazioni del medico curante.

Trattamento della duodenite

Negli adulti, il trattamento della duodenite comprende diverse aree:

  • eliminazione di infiammazione acuta;
  • impedire la transizione della malattia allo stadio cronico;
  • ripristino della funzione duodenale;
  • normalizzazione della digestione.

Indicazioni per il ricovero in ospedale per la duodenite:

  • esacerbazione della duodenite;
  • sospetto tumore dell'intestino tenue;
  • gravi condizioni generali del paziente, casi trascurati della malattia;
  • infiammazione della copertura sierosa del duodeno (periduodenite) e degli organi circostanti;
  • presenza o minaccia di sanguinamento (forma erosiva o ulcerativa di duodenite).

Per lo più il trattamento viene effettuato a casa. Per una pronta guarigione è necessario un sonno completo, riposo, dieta, deambulazione, sforzo fisico leggero in assenza di dolore. È necessario evitare lo stress, smettere di fumare e alcol. Tali misure aiutano a normalizzare la circolazione del sangue nel duodeno, per ripristinare le proprietà protettive della sua membrana mucosa.

Terapia farmacologica

Il trattamento della duodenite negli adulti comprende la nomina dei seguenti gruppi di farmaci:

  • antibiotici che si consiglia di prendere durante la rilevazione dei batteri Helicobacter pylori;
  • inibitori della pompa protonica che bloccano le ghiandole responsabili della secrezione di acido cloridrico (ad esempio omeprazolo);
  • agenti antiacidi con un effetto anestetico locale e avvolgente, poiché neutralizzano l'acido cloridrico (Almagel, Maalox);
  • Bloccanti di H2-istamina utilizzati in presenza di duodenite ulcerativa; i farmaci di questo gruppo inibiscono la produzione di acido cloridrico (ranitidina, famotidina);
  • preparazioni multienzimatiche che promuovono l'assorbimento del cibo e normalizzano la digestione;
  • procinetica prescritta quando viene diagnosticata una duodenite gastritoide; influenzano la peristalsi intestinale, hanno effetti antiemetici;
  • antispastici che alleviano lo spasmo intestinale ed eliminano il dolore.

Uno schema terapeutico farmacologico individuale è selezionato per ciascun paziente a seconda della forma e delle caratteristiche cliniche della malattia.

Diodenal Diet

Una corretta alimentazione svolge un ruolo chiave nel trattamento della duodenite. Nell'infiammazione acuta o esacerbazione della duodenite cronica, i primi 3-5 giorni devono essere seguiti con una rigorosa dieta 1A. La sua base sono i brodi di carne di cereali (riso, fiocchi d'avena), minestre di purea, cereali liquidi (semola, farina di grano saraceno) e alimenti per l'infanzia. Una volta al giorno è consentito il pollo o il pesce magro (luccio) sotto forma di purè di patate o soufflé in umido. Nutrizione frazionaria: 6 volte al giorno, in piccole porzioni.

Quindi, espandere la dieta. A seconda della forma e delle caratteristiche del ciclo della duodenite, al paziente possono essere raccomandate diete diverse:

  • duodenite ulcerativa - dieta numero 1;
  • duodenite simile alla gastrite (con ridotta secrezione dello stomaco) - dieta numero 2;
  • dieta di duodenitis di cholecysto-e pancreatite-come - №5.

Quando compaiono segni di duodenite, non ci si deve auto-medicare con vari rimedi popolari, che possono essere solo metodi aggiuntivi di terapia. Altrimenti, sono possibili gravi complicazioni sotto forma di sanguinamento intestinale, sindrome da malassorbimento, ulcera peptica o ostruzione intestinale. È importante ricordare che la duodenite è una malattia che risponde bene al trattamento tradizionale, quindi è importante consultare un medico in tempo.

prospettiva

La prognosi per la malattia acuta e cronica è favorevole. Il pieno recupero dalla duodenite acuta si verifica quasi sempre, se sono esclusi i fattori che hanno un effetto irritante sulla mucosa duodenale.

Se un paziente sviluppa complicazioni, la prognosi per la vita rimane favorevole e, per la salute, è dubbia a causa della disfunzione degli organi interni. In alcuni casi, in presenza di lesioni cicatriziali del bulbo intestinale, con frequenti esacerbazioni della malattia ulcera peptica (3-4 volte l'anno o più), con una diminuzione del peso corporeo di oltre il 15%, anemia e altre deviazioni di laboratorio, distrofia e anche, trattamento chirurgico, al paziente può essere assegnata una disabilità.

Duodenite: trattamento

L'infiammazione del duodeno, o duodenite, si verifica in isolamento raramente - nella maggior parte dei casi, la malattia è associata ad altre malattie del tratto gastrointestinale (gastrite, pancreatite, colecistite...). Questa patologia viene diagnosticata in persone di diverse fasce di età e colpisce allo stesso modo uomini e donne.

classificazione

Secondo la classificazione generalmente accettata della duodenite è:

  • su eziologia - acuta e cronica; acuta, a sua volta, è divisa in catarrale, ulcerosa e flemmonica, e cronica è divisa in primaria (malattia indipendente) e secondaria (malattia associata ad un'altra patologia del tubo digerente);
  • localizzazione di focolai - locali, diffusi, bulbari, post-bulbar;
  • in termini di cambiamenti strutturali, è superficiale (interessa solo lo strato superficiale della mucosa), interstiziale (il processo infiammatorio si diffonde agli strati più profondi dell'intestino) e atrofico (assottigliamento della mucosa, carente nelle aree colpite delle ghiandole);
  • secondo l'immagine dell'endoscopia - eritematosa, erosiva, emorragica, atrofica, ipertrofica, nodulare;
  • forme speciali di duodenite - funghi, immunodeficienza, tubercolosi, con morbo di Crohn...

Eziologia della duodenite

Le cause più comuni di duodenite acuta sono:

  • tossinfezione alimentare;
  • consumo eccessivo di cibi piccanti e bevande alcoliche;
  • danno meccanico alla mucosa intestinale da parte di un corpo estraneo.

La duodenite cronica è spesso il risultato di un'alimentazione irrazionale e irregolare.

I fattori che provocano l'insorgenza della malattia sono la presenza del batterio Helicobacter pylori e della duodenostasi nella cavità dello stomaco (alterata progressione del cibo attraverso il duodeno). Oltre ai suddetti fattori, lo sviluppo della duodenite è promosso da:

  • ascariasis;
  • giardiasi;
  • focolai di infezione cronica nella cavità orale, nella zona genitale.

patogenesi

La duodenite acuta e primaria deriva da un danno alla membrana mucosa del duodeno da parte del contenuto gastrico ad elevata acidità. Se il numero di fattori di protezione nel duodeno è ridotto, i succhi iperacidi irritano la mucosa intestinale, causando l'infiammazione in esso.

La duodenite secondaria è una conseguenza della duodenostasi: il contenuto dello stomaco, che cade nel duodeno, permane in esso per un periodo più lungo del necessario, il che significa che irrita la mucosa per un tempo più lungo, il che porta all'infiammazione.

Sintomi di infiammazione duodenale

Per i duodeniti acuti i reclami dei pazienti sono tipici per:

  • forte dolore nella regione epigastrica in 1,5-2 ore dopo aver mangiato, dolore notturno;
  • nausea e vomito;
  • debolezza generale.

La sintomatologia della duodenite cronica è più liscia e molto diversa nelle diverse forme della malattia. I pazienti sono solitamente preoccupati per:

  • dolore costante e opaco nella regione epigastrica;
  • sensazione di pienezza, pesantezza nell'addome superiore dopo aver mangiato;
  • bruciore di stomaco e eruttazione;
  • nausea, in alcuni casi - vomito;
  • diminuzione dell'appetito;
  • debolezza generale, irritabilità, mal di testa e altri, i cosiddetti sintomi generali.

Quando il dolore duodenostasico nell'epigastrio o nell'ipocondrio destro è pronunciato, si verificano torsioni, arcuati, carattere parossistico; inoltre, i pazienti lamentano rumori nello stomaco, sensazione di distensione intestinale, sapore amaro in bocca e vomito di bile.

Se la duodenite è combinata con l'ulcera duodenale, i sintomi della suddetta malattia vengono alla ribalta, vale a dire, il dolore intenso nella zona di digiuno epigastrio.

Nei casi in cui la duodenite è combinata con un'altra malattia intestinale - l'enterite, si manifesta principalmente per sintomi intestinali (dolore lungo l'intestino, gonfiore e rapide evacuazioni liquide).

Se la malattia è prolungata, la mucosa duodenale è atrofizzata e la sintesi di enzimi che promuovono la normale digestione è disturbata. Di conseguenza, ci sono disturbi più profondi non solo nel tratto digestivo, ma anche in molti altri sistemi del nostro corpo, incluso il sistema nervoso centrale e autonomo.

Diagnosi di duodenite

I reclami del paziente, la storia della malattia e l'esame obiettivo aiuteranno il medico a sospettare la duodenite. La palpazione attirerà l'attenzione di vari gradi di dolore nella regione epigastrica. Per chiarire la diagnosi di duodenite e differenziarla da altre patologie del tratto gastrointestinale, il paziente può essere assegnato:

  • EFGDS (esofagogastroduodenoscopia) - esame della parte superiore degli organi digestivi attraverso una sonda; può essere eseguito con o senza una biopsia;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • studio del succo gastrico (determinazione della sua acidità e composizione);
  • radiografia dello stomaco e del duodeno;
  • coprogram;
  • analisi del sangue biochimica (test del fegato, amilasi e altri indicatori).

Duodenite: trattamento

Il punto principale nel trattamento della duodenite è una dieta.

  • Il cibo dovrebbe essere il più economico possibile dal punto di vista termico, chimico e meccanico, quindi per 10-12 giorni sono completamente esclusi i piatti acidi, speziati, fritti, freddi e caldi, così come l'alcol, i cibi in scatola e gli alimenti affumicati.
  • I cibi sfilacciati cotti al vapore o al vapore dovrebbero costituire la base della dieta e dovrebbero essere assunti in piccole porzioni 5-6 volte al giorno.
  • Raccomandato per l'uso: pane integrale di frumento, porridge, acqua bollita o latte (riso, grano saraceno, semola, farina d'avena), pasta piccola, budini o sformati di cereali, carne magra e pesce, uova alla coque o sotto forma di omelette a vapore non più di 2 per giorno, latticini, latte intero, pan di Spagna essiccato, verdure (patate, barbabietole, broccoli, cavolfiori, zucchine, carote).
  • Esclusi dalla dieta: legumi, miglio, orzo, pasta grande, pane fresco, dolci, frittelle, uova sode o fritte, latticini grassi, formaggi salati o piccanti, burro troppo cotto, carni grasse e pesce, dolci, gassati e liquori.

La dieta dovrebbe essere seguita per tutta la vita, ma nel periodo acuto della malattia dovrebbe essere il più rigorosa possibile, e man mano che i segni di esacerbazione svaniscono, il paziente dovrebbe gradualmente espandere la dieta (ovviamente, entro i limiti di ciò che è permesso).

Oltre alla dieta in duodenite acuta o nel periodo di esacerbazione della sua forma cronica, i farmaci possono essere prescritti al paziente:

  • antispastici (per alleviare il dolore) - Platyphyllin, Drotaverine;
  • antiacidi (farmaci che riducono l'acidità aumentata del succo gastrico) - Omeprazolo, Pantoprazolo, Almagel;
  • agenti di rivestimento (per proteggere le mucose) - De-nol, Vis-nol;
  • quando viene rilevato Helicobacter pylori, antibiotici;
  • nel caso di malattie parassitarie, la loro chemioterapia (metronidazolo, Wormil);
  • in duodenostasi - agenti che aumentano la motilità del tratto digestivo (Domperidon);
  • con duodenite secondaria - trattamento della malattia di base:
  • e ancora, in caso di duodenite secondaria, procedure fisioterapeutiche senza esacerbazione (applicazione di paraffina o ozocerite, una bottiglia di acqua calda nella regione destra dell'ipocondrio, diatermia, UHF).

Forma flemma di duodenite acuta è un'indicazione per il trattamento chirurgico seguita da terapia antibiotica.

prevenzione

Le principali misure preventive per la duodenite sono:

  • regolare alimentazione razionale con la restrizione di cibi piccanti e alcolici;
  • diagnosi tempestiva e trattamento della parassitosi e malattie degli organi dell'apparato digerente.

Quale dottore contattare

Se compaiono sintomi di duodenite, è necessario contattare un gastroenterologo, che prescriverà l'EFGDS. Inoltre, potrebbe essere necessario consultare un parassitologo o uno specialista in malattie infettive. Inoltre, per il trattamento completo, è necessario consultare un dietologo che ti aiuterà a creare il menu giusto.

Duodenite cronica: sintomi e trattamento della malattia

L'infiammazione della membrana mucosa del duodeno (duodenite) è la malattia più comune della sezione iniziale dell'intestino tenue. Secondo le statistiche, il 10% della popolazione mondiale, almeno una volta nella vita, ha sperimentato i sintomi di questa malattia. La duodenite colpisce ugualmente i rappresentanti di diverse fasce d'età, ma gli uomini vengono diagnosticati 2 volte più spesso.

Cos'è la duodenite

La sezione iniziale dell'intestino tenue è il duodeno, che svolge un ruolo importante nella digestione. L'organo si trova vicino allo stomaco a livello di 1-3 vertebre lombari. A volte la patologia di questa parte dell'intestino tenue si sviluppa indipendentemente, ma più spesso è una conseguenza dell'infiammazione cronica in altre parti dell'apparato digerente. Il decorso cronico della malattia è caratterizzato da una varietà di sintomi che rendono difficile la diagnosi corretta.

motivi

L'infiammazione del duodeno può essere dovuta a uno stile di vita improprio. Questa forma della malattia è chiamata primaria. La duodenite secondaria si sviluppa a causa di un trattamento inadeguato della gastrite, delle lesioni ulcerative del duodeno e dello stomaco. Di norma, la forma primaria della malattia è dovuta a:

  • scarsa nutrizione;
  • assunzione di cibo irregolare;
  • dipendenza da alcol;
  • il fumo;
  • disturbi ormonali;
  • reazioni avverse dopo l'assunzione di farmaci (farmaci anti-infiammatori non steroidei (Aspirina), glucocorticosteroidi);
  • invasione parassitaria;
  • le allergie;
  • intossicazione alimentare;
  • lo stress;
  • infezione batterica, virale;
  • ereditarietà.

Ci sono fattori che possono scatenare la duodenite cronica. La malattia può formarsi sullo sfondo:

  • pancreatite (infiammazione del pancreas);
  • malattia del fegato;
  • malattie intestinali;
  • malattie delle vie biliari;
  • immunodeficienza;
  • insufficienza renale;
  • malattia cardiovascolare.

classificazione

La duodenite cronica è divisa per diversi motivi: localizzazione, presentazione clinica, eziologia, segni morfologici (tessuti), fase della malattia. La prevalenza dell'infiammazione del duodeno è totale (l'intero organo è coinvolto) o locale (limitato). Inoltre, ci sono le seguenti forme:

  • diffuso (infiammazione della mucosa di tutto il corpo);
  • focale (infiammata una piccola area);
  • interstiziale (non c'è atrofia delle ghiandole digestive dell'intestino);
  • erosivo e ulceroso (ci sono ferite sulla mucosa).

Segni morfologici dello stesso tipo per tutti i tipi di patologia, la differenza è solo la prevalenza del processo. Un tipo speciale di forma cronica di duodenite è superficiale, che è caratterizzato da ispessimento della mucosa e dell'organo ed è la forma più comune della malattia. Secondo i dati visivi durante l'esame endoscopico, vengono stabiliti i seguenti tipi di malattia:

  • eritematoso (il muco diventa rosso e gonfio);
  • emorragico (sono rilevate emorragie);
  • atrofico (segni di assottigliamento della mucosa, vasi sanguigni traslucidi, ecc.);
  • nodulare (in presenza di piccole formazioni che assomigliano a noduli nella struttura);
  • erosivo (con distruzione parziale o completa della superficie della mucosa).

Una varietà di diversi quadri clinici della fase di duodenite cronica. Se il processo infiammatorio si verifica nell'area del bulbo duodenale (forma prossimale), allora viene chiamato bulbo. Qualche volta la patologia è localizzata nei reparti zlukovichny (la forma distale o postbulbar di duodenit). Raramente, l'infiammazione si diffonde alla papilla duodenale maggiore (papillite), e ancora meno spesso copre l'intero organo (duodenite diffusa).

I frequenti segni di una malattia cronica sono dolore allo stomaco, dispepsia (difficoltà di digestione, pesantezza allo stomaco), vomito e nausea. Nel periodo di esacerbazione si osservano:

  • mal di testa;
  • dolori crampi nell'epigastrio (parte superiore dell'addome);
  • sensazione di pesantezza nello stomaco;
  • disturbi autonomici (sudorazione, palpitazioni cardiache, pupille dilatate e altri);
  • malessere generale.

Sintomi di duodenite

Il dolore nella duodenite può apparire improvvisamente o gradualmente aumentare. Spesso la malattia si manifesta dopo aver mangiato cibi grassi, una quantità eccessiva di alcol. Nella duodenite cronica, i sintomi sono meno pronunciati rispetto alla fase acuta della malattia. L'infiammazione del duodeno nella fase lenta è difficile da distinguere da altre patologie dell'apparato digerente, poiché Ha segni clinici simili:

  • dolori di varia intensità che si verificano nell'addome superiore, ipocondrio, dietro lo sterno durante i pasti;
  • problemi con le feci (alternanza di stitichezza e diarrea);
  • segni di dispepsia gastrica (bruciore, pesantezza, fastidio nella regione epigastrica ed epigastrica, gonfiore, distensione addominale, nausea, eruttazione, bruciore di stomaco, lingua rivestita, amarezza in bocca);
  • disturbi psico-emotivi (pianto, irritabilità immotivata).

diagnostica

Lo specialista può sospettare una duodenite cronica dopo la prima conversazione e l'esame del paziente. Prende in considerazione le lamentele del paziente, l'anamnesi (storia dello sviluppo) della patologia. Per la verifica finale della diagnosi sarà necessario un esame completo. A seconda della situazione clinica, il medico può raccomandare diversi dei seguenti studi:

  • fibroesofagogastroduodenoscopia (FEGDS indica lo stato della mucosa);
  • fibrogastroduodenoscopia (il duodeno viene esaminato per la presenza di polipi, erosioni, ulcere);
  • la cromogastroduodenoscopia (usando coloranti specifici, si identificano zone in grado di accumulare un mezzo di contrasto - queste sono metaplasie (aree della membrana mucosa in cui le cellule differiscono da quelle salubri nella struttura) Da questi luoghi prendono tessuto per l'analisi per eliminare il cancro)
  • test per la presenza di microbi, incl. Helicobacter pylori (studio dei campioni bioptici - materiale cellulare prelevato dall'organo del test, sangue, analisi delle feci, urine);
  • ecografia (ecografia delle strutture profonde del tubo digerente);
  • intubazione duodenale (per rilevare una lesione parassitaria);
  • Ultrasuoni degli organi addominali (per rilevare malattie associate);
  • gastroenterografia computerizzata (per analisi dell'attività degli organi).
  • fluoroscopia del duodeno (sospensione del contrasto utilizzata in aggiunta o doppio contrasto per determinare lo stadio del processo patologico);

Trattamento della duodenite cronica

Lo schema terapeutico include un trattamento completo della duodenite. Consiste di diversi eventi:

  • eliminazione dei sintomi con l'aiuto di farmaci di diversi gruppi;
  • una dieta mirata ad arricchire il corpo con proteine ​​e vitamine;
  • con prolungata esacerbazione e inefficacia dell'analgesia, prescrizione di antidepressivi;
  • trattamento adiuvante dei rimedi popolari.

Tutte le attività sono tenute a casa. Per una pronta guarigione, il paziente deve smettere di fumare e assumere bevande alcoliche, evitare situazioni stressanti. Il paziente ha bisogno di un sonno completo, riposo, sforzo fisico leggero e passeggiate regolari all'aria aperta. Nel periodo di remissione (indebolimento o assenza di segni della malattia), è indicato il trattamento di sanatorio-resort.

dieta

La duodenite anche pronunciata può essere curata con la correzione dietetica. Un ruolo importante è dato non solo alla scelta corretta dei prodotti, ma anche al metodo della loro preparazione, al modo di mangiare. Ci sono necessari 5-6 volte al giorno. I prodotti dovrebbero essere cotti al vapore, bolliti o cotti al forno. I piatti fritti, piccanti e affumicati sono severamente vietati. La dieta limita il consumo giornaliero di sale da cucina a 10 g.

  • panna, pasticceria biscottata;
  • fibra grossolana: piselli, lenticchie, fagioli e altri legumi;
  • carni grasse: maiale, agnello, manzo;
  • cibi aspri; crauti, limoni, aceto, ribes;
  • pasticcini freschi;
  • caffè forte, tè;
  • salse, tra cui maionese, ketchup;
  • rafano, rafano, zenzero.

La dieta per la duodenite cronica implica un contenuto più elevato di cibo sano nella dieta. Il menu con vari e gustosi piatti può essere fatto dei seguenti prodotti:

  • Porridge, zuppe di cereali Riso e farina d'avena sono particolarmente utili. Il pudding di farina d'avena ha un effetto avvolgente. Si consiglia di cucinare i porridge e le zuppe con latte diluito.
  • Verdure sotto forma di purè di patate. A pranzo è permesso mangiare carote, zucca, cavoli, patate.
  • Pesce, carne con basso contenuto di grassi. Sono ammessi vitello, pollo, coniglio, pesce di fiume.
  • Il pane. Cracker ammessi
  • Uova. Puoi farli bollire o cucinare le omelette.
  • Prodotti lattiero-caseari Ricotta particolarmente utile e kefir senza grassi.

Terapia farmacologica

Il trattamento della duodenite con farmaci comprende la nomina di diversi gruppi di farmaci. Nella maggior parte dei casi, un approccio integrato viene eseguito dalla nomina contemporanea di diversi farmaci. I seguenti gruppi di medicinali sono usati per trattare l'infiammazione duodenale:

  • Antibiotici. Applicato con il rilevamento di Helicobacter pylori. Il corso antibatterico include la somministrazione orale di 2-3 farmaci per 10 giorni. Tra questi ci sono il metronidazolo, l'amoxicillina, la tetraciclina.
  • Antispastici. Applicare con dolore severo e disagio pronunciato. I farmaci riducono l'intensità del dolore, c'è l'eliminazione dell'infiammazione. Viene assunto per via orale o intramuscolare per 1-3 settimane. I medici preferiscono antispasmodici miotropi, che, come risultato di un effetto rilassante diretto sulla muscolatura liscia del corpo, alleviano il dolore e il disagio. No-spa, papaverina, drotaverina.
  • Antiacidi. Farmaci che combattono efficacemente l'elevata acidità nel tratto digestivo. I farmaci sono disponibili sotto forma di compresse, emulsioni, gel, soluzioni. Il corso medio di trattamento è di 2-4 settimane. I farmaci più efficaci: Maalox, Phosphalugel, Gaviscon.
  • Bloccanti istamina Questi sono farmaci che riducono la secrezione (produzione di acido cloridrico). Il corso di pillole per il trattamento 3-4 settimane. Prodotti antisecretori popolari: Omeprazolo, Pantoprazolo, Ranitidina.
  • Procinetici. Farmaci che regolano l'attività motoria intestinale. Accelerare il passaggio delle masse fecali attraverso il tratto gastrointestinale, migliorare la peristalsi, stimolare la muscolatura liscia. Il corso del trattamento con pillole - da diversi giorni a diversi mesi. Tra questi spiccano: Ittomed, Tsirkul, Motilium.
  • Enzimi per la digestione. Normalizza la scomposizione di proteine, grassi, carboidrati. Dopo l'ingestione, il processo di digestione viene normalizzato. Il corso del trattamento è di 10-14 giorni. I migliori farmaci multienzimatici: Creonte, Pancreatina, Mezim.
  • Inibitori della pompa protonica. L'azione delle compresse è mirata a ridurre la produzione di succo gastrico. Usato sempre in terapia di associazione con farmaci antibatterici. Il corso del trattamento va da diversi giorni a diversi mesi. Le migliori medicine: Acrylans, Gastrozole, Omez.

Rimedi popolari

La duodenite cronica previa consultazione con il medico può essere ulteriormente trattata con erbe medicinali. Il ripristino delle funzioni del duodeno e la normalizzazione della digestione si verificheranno rapidamente, se si utilizzano le seguenti ricette:

  • Decotto di erbe numero 1. Prendi una parte del tanaceto, radici di calamo e valeriana, frutta di anice. Versare 0,5 g di raccolta con 0,5 litri di acqua, far bollire per 15 minuti a fuoco basso. Lasciare riposare il brodo per 2 ore, quindi filtrare e prendere 0,5 tazze 3 volte al giorno, 1 ora prima dei pasti per 14 giorni.
  • Decotto di erbe numero 2. Mescoli nella stessa quantità l'erba del millesimo, radici di calamo e dente di leone, assenzio. Un solo art. l. Raccogliere l'ebollizione in 200 ml di acqua, quindi lasciare fermentare per 20 minuti, filtrare, usare 1/3 di tazza 3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 2 settimane.
  • Olio di olivello spinoso. Prendere 500 g di olivello spinoso fresco, lavare, asciugare, schiacciare. Le bacche accartocciate versano 0, 5 litri di qualsiasi olio vegetale, lascialo riposare per una settimana. Quindi filtrare lo strumento, pulire la torta attraverso un setaccio, utilizzare 1 volta al giorno a stomaco vuoto e 1 cucchiaio. l. Guarire l'olivello spinoso 2 settimane. Dopo 7 giorni, la terapia può essere ripetuta.

prevenzione

È necessario seguire una serie di regole per prevenire l'insorgenza di duodenite cronica. Ogni potenziale paziente dovrebbe:

  • scegliere una dieta equilibrata;
  • Non bere bevande contenenti caffeina;
  • escludere alcol e prodotti del tabacco;
  • se hai problemi con gli organi digestivi, consulta immediatamente un medico;
  • seguire le regole dell'igiene personale per prevenire la comparsa di parassiti;
  • proteggere il sistema nervoso dagli effetti di situazioni stressanti;
  • più tempo da dedicare ad esercizi fisici, ginnastica.