Per quanto tempo gli adulti hanno per ers

Insonnia

Una delle domande principali che sorgono da una persona con ARVI: quanti giorni durerà? Non importa se una persona sta cercando di sopportare la malattia in piedi, infettando eroicamente i suoi colleghi e tutti coloro che hanno avuto la sfortuna di essere scoperti nel trasporto; o onestamente rispetta il riposo a letto.

Voglio sapere quando finirà? Vale la pena continuare a portare avanti la prescrizione del medico, o tutti i termini di trattamento delle infezioni virali respiratorie acute sono stati a lungo fuori, ed è ora di cambiare il farmaco, venendo alle prese non con il raffreddore comune stesso, ma con le sue complicazioni.

Infatti, per quanti giorni la SARS dura negli adulti, quanto tempo ci vuole, dipende da come il virus ha causato la malattia, la gravità, la compliance del paziente e quasi non dipende dall'assunzione di farmaci antivirali. Ti consigliamo anche di familiarizzare con il materiale: quanto dura ARVI di un bambino?

germi

In totale, più di 250 virus che causano infezioni respiratorie acute sono noti e il loro rapporto cambia costantemente durante la stessa stagione, quindi è impossibile prevedere in anticipo quanti giorni la SARS è costituita da adulti, la durata del naso che cola, la tosse e altri sintomi sono impossibili. Questo non è un elenco completo di agenti patogeni:

  • influenza (3 sierotipi),
  • parainfluenza (5 tipi)
  • rhinovirus (più di 100 tipi)
  • Adenovirus (49 tipi)
  • metapneumovirus,
  • reovirus (3 tipi),
  • virus respiratorio sinciziale (1 sierotipo),
  • coronavirus (4 tipi),
  • bokavirus (1 sierotipo),
  • enterovirus (70 tipi)

Inoltre, uno qualsiasi dei virus può essere coinvolto nello sviluppo della malattia da solo o come parte di un'infezione mista, quando il corpo colpisce simultaneamente diversi agenti patogeni, o la superinfezione, quando un altro virus dopo un certo periodo si unisce al virus originale. In questo caso, la malattia sarà più dura e più lunga. Ecco perché la domanda su quanti giorni dura un ARVI non ha una risposta definita.

Manifestazioni cliniche

Nonostante l'abbondanza di agenti patogeni, non importa per quanto dura l'ARVI, per quanto tempo passa: le manifestazioni della malattia sono espresse nelle seguenti sindromi:

  • Febbre o febbre
  • Sindrome da intossicazione:
  1. letargia, stanchezza;
  2. mal di testa, vertigini;
  3. diminuzione dell'appetito;
  4. fotofobia;
  5. dolori muscolari, bulbi oculari, articolazioni.
  • Sindrome di Asthenic:
  1. debolezza, affaticamento veloce;
  2. sudorazione.
  • Sindrome catarrale:
  1. congestione nasale, starnuti, scarico nasale chiaro;
  2. congiuntiviti;
  3. mal di gola, solletico, iperemia (arrossamento), granularità faringea, vasodilatazione (iniezione) della faringe;
  4. tossire.
  • Sindrome da insufficienza respiratoria:
  1. mancanza di respiro, sensazione di mancanza di respiro;
  2. aumento della frequenza respiratoria
  • Sindrome dispeptica:
  1. dolore addominale;
  2. nausea, vomito, feci disturbate.

Quale di queste sindromi si manifesterà, l'intensità con cui fluirà ARVI, quanti giorni durerà la temperatura e così via, dipenderà dal tipo di virus che ha causato la malattia.

influenza

Al di fuori dell'epidemia, non è più del 4% nella struttura dell'incidenza di ARVI, durante il periodo dell'epidemia la frequenza sale al 90%.

  • Comincia improvvisamente, bruscamente.
  • Febbre - alta, fino a 40 gradi, nei casi gravi e più alti. Di solito dura 2-3 giorni, se dura più di 5 giorni, significa che le complicazioni batteriche si sono unite.
  • L'intossicazione è pronunciata.
  • La sindrome di Catarrale - appare non prima di 2-3 giorni di malattia, è moderatamente espressa. Scarico scarso dal naso, tosse secca (il vecchio nome per l'influenza è "catarro secco").
  • La sindrome da insufficienza respiratoria può verificarsi nei primi giorni della malattia, con il suo decorso grave, come segno di polmonite virale, una complicazione caratteristica dell'influenza.
  • Sindrome astenica - pronunciata, può durare fino a 2-3 mesi dopo il recupero.

Parlando di influenza, come una delle cause di ARVI, questa è la domanda di quanti giorni dura la malattia, dipende dalla gravità. La forma lieve dell'influenza dura 7-10 giorni, da moderata a circa un mese.

parainfluenza

  • La ciotola si alza in tardo inverno-inizio primavera. Si sviluppa gradualmente.
  • La febbre è moderata, spesso non più di 38, raggiunge un massimo di circa 3 giorni di malattia, dura circa 5 giorni. L'intossicazione è lieve.
  • La sindrome catarrale si manifesta con una lesione della laringe e dei bronchi: tosse abbaiante, mal di gola, dietro lo sterno.
  • Durata 7-10 giorni. La tosse può durare fino a 2 settimane.

Infezione da adenovirus

Il più delle volte si sviluppa nel periodo estivo-autunnale.

  • L'inizio è caldo.
  • La febbre è moderata, fino a 39, dura fino a 2 settimane, spesso in onde. L'intossicazione è fortemente pronunciata.
  • La sindrome catarrale si manifesta con una combinazione caratteristica di rinite - rinite abbondante, congiuntivite (fino a 8-12 giorni), faringite (lesioni della faringe).
  • Oltre al sistema respiratorio, il virus colpisce tutti i linfonodi, compresi quelli situati nel mesentere dell'intestino (mesenterico), che si manifesta come fenomeni dispeptici.
  • In caso di lieve infezione da adenovirus che ha causato ARVI, il tempo di malattia è fino a 10 giorni.

Infezione da Rhinovirus

Si verifica nel periodo autunno-inverno.

  • La febbre è lieve o assente, la sindrome di intossicazione è lieve.
  • I fenomeni catarrali predominano nella forma di abbondante naso che cola, una leggera tosse, causata dall'irritazione della faringe posteriore, attraverso la quale scorre la secrezione nasale.
  • Durata 3-5 giorni.

Virus respiratori sinciziali

  • La malattia si sviluppa gradualmente.
  • La febbre è moderata
  • A causa del fatto che il virus penetra rapidamente nel tratto respiratorio inferiore, causando una bronchite diffusa, l'insufficienza respiratoria predomina: la mancanza di respiro appare durante l'espirazione, la cianosi può svilupparsi (triangolo nasolabiale blu, lobi delle orecchie). Tosse persistente, ossessiva.
  • Nei casi lievi non dura più di una settimana, nei casi più gravi può richiedere fino a 2-3 settimane.

Infezione da metapneumovirus

  • Può verificarsi in qualsiasi momento dell'anno.
  • Inizia gradualmente. Febbre non più di 38.
  • La sindrome catarrale si manifesta con un piccolo gonfiore della mucosa nasale, scarso scarico.
  • Tosse secca, in un primo momento rara, per 2-3 giorni diventa invadente, abbaiando. Forse lo sviluppo dell'insufficienza respiratoria.
  • Dura da 4 a 12 giorni

Infezione da enterovirus

O "influenza estiva".

  • Inizia acutamente, febbre alta, intossicazione espressa. Volto iperemico (rosso), iniezione di vasi sclerali. La durata del periodo acuto di 2-4 giorni
  • Sindrome catarrale manifestata da un naso che cola, tosse secca.
  • Spesso sviluppa la sindrome dispeptica.
  • La durata totale di 7-10 giorni.

Infezione da Coronavirus

  • Prevalente nella stagione invernale-primaverile.
  • Inizia acutamente, la febbre e l'intossicazione sono lievi o non espressi affatto.
  • La sindrome catarrale si manifesta con abbondante scarico acquoso dal naso. Nei casi più gravi, la sindrome respiratoria acuta grave (SARS) può svilupparsi - quando il virus infetta il tratto respiratorio inferiore nei primi giorni e si verifica un'insufficienza respiratoria.
  • Possibili manifestazioni dispeptiche dovute a lesioni del tratto gastrointestinale.
  • Di solito, la malattia causata da questo patogeno dura tanto quanto dura la congestione nasale: con ARVI causata da un coronavirus, ci vogliono 3-4 giorni.

Infezione da Reovirus

  • Inizia acuta, febbre alta, sindrome da intossicazione pronunciata.
  • La combinazione di sindrome dispeptica con sindrome catarrale, che si manifesta con congiuntivite, rinofaringite (infiammazione del rinofaringe), è caratteristica.
  • Durata 5-7 giorni.

Infezione da Bocavirus

  • Febbre febbrile, si sviluppa bruscamente.
  • Manifestazioni combinate di lesioni dell'apparato respiratorio e dell'apparato digerente. Le manifestazioni respiratorie sono più spesso espresse sotto forma di bronchite, polmonite. La sconfitta del tubo digerente si manifesta disturbi dispeptici.
  • Durata 7-10 giorni.

trattamento

Un vecchio detto dice: "Se un naso che cola viene trattato, va via in sette giorni, se non, in una settimana." Approssimativamente si può dire lo stesso delle infezioni respiratorie acute. Quanti adulti hanno la SARS, in generale non dipende dall'intensità del trattamento o dalla compliance. Ma il regime sanitario e igienico e una terapia adeguata ridurranno la probabilità di sviluppare una forma grave della malattia o complicazioni pericolose.

Regime igienico-sanitario

Questo è il fattore terapeutico più importante nelle infezioni respiratorie acute.

Durante la febbre, sono necessarie manifestazioni espresse di intossicazione, fenomeni astenici, riposo a letto. Fortunatamente, non è necessario osservarlo per tutti i giorni, per quanto tempo dura la SARS in un adulto, ma prima che la temperatura sia normalizzata e le condizioni generali siano migliorate. Successivamente, il riposo a letto viene cambiato in casa.

La stanza in cui si trova il paziente deve essere ben ventilata, è consigliabile mantenere la temperatura a 16-18 gradi. Il paziente stesso dovrebbe essere avvolto quel tanto che basta per essere comodo: senza surriscaldamento e ipotermia.

L'aria deve essere inumidita, specialmente durante la stagione di riscaldamento. Se la casa non ha un umidificatore, è necessario chiudere le batterie con asciugamani di spugna bagnati, che cambiano quando si asciugano. La membrana mucosa delle vie respiratorie svolge completamente la sua funzione protettiva solo quando è ben idratata. Inoltre, l'aria fresca e umida riduce l'intensità della tosse.

dieta

Al fine di ridurre l'intossicazione e per compensare la perdita di liquidi causata da temperature elevate, è necessario bere molti liquidi - almeno 2 litri al giorno. Le bevande non devono contenere alcol, è consigliabile astenersi dalla caffeina o compensare il suo effetto disidratante con un volume addizionale di liquido. L'opzione migliore sono le soluzioni farmaceutiche per la reidratazione, acqua minerale, bevande alla frutta fatte in casa, composte. I medici stranieri raccomandano l'uso di "Pepsi" o "Coca-Cola" per ripristinare il volume di liquidi ed elettroliti, ma sotto le nostre condizioni queste punte sembrano troppo stravaganti.

Il cibo dovrebbe essere leggero a temperatura e consistenza. È necessario astenersi da cibi eccessivamente grassi, taglienti, salati. Se non hai appetito, puoi trattenerti dal mangiare per diversi giorni fino a quando non vuoi mangiare.

farmaci

Ad oggi, ci sono solo due farmaci la cui efficacia contro il virus dell'influenza è stata dimostrata da studi condotti correttamente: oseltamivir e zanamivir. Allo stesso tempo, nessuno di questi è efficace contro altri virus che causano la SARS, quindi, possono essere utilizzati solo su consiglio di un medico con una diagnosi confermata di influenza. Tutti gli sviluppi domestici che sono attivamente pubblicizzati al momento non hanno alcuna efficacia provata e non sono noti al di fuori della CSI. Pertanto, parlare di terapia etiotropica di ARVI non ha ancora senso.

La terapia sintomatica viene utilizzata a seconda delle manifestazioni cliniche della malattia.

Si consiglia l'uso di antipiretici a temperature superiori a 39 gradi. L'intera gamma di antipiretici ha circa la stessa efficacia e sicurezza sufficiente - soggetto alle dosi raccomandate e tenendo conto delle controindicazioni.

Rimuovere lo scarico dal naso e ridurre il gonfiore delle mucose utilizzando spray con soluzioni saline o "anima nasale". Per fare questo, in un litro d'acqua, è necessario sciogliere un cucchiaino di sale e sciacquare il naso con questa soluzione o con l'aiuto di una tazza Esmarch. sospeso a 40 cm sopra la testa del paziente o usando una siringa. La siringa a getto non dovrebbe essere troppo intensa. Una pressione eccessiva può portare muco infetto nel tubo uditivo, provocando l'otite media.

Con rinite abbondante, che provoca irritazione della pelle nella zona del naso o disturbi del sonno, è possibile alleviare la condizione con l'aiuto di agenti vasocostrittori. Quanti giorni per trattare l'ARVI negli adulti con il loro aiuto diventeranno evidenti con il miglioramento della condizione, ma non è consigliabile usare farmaci vasocostrittori per più di una settimana di seguito, a causa di una possibile dipendenza.

L'irritazione della parete faringale posteriore può ridurre il risciacquo con un decotto di camomilla, eucalipto, menta piperita, dolore severo contribuirà a ridurre le pasticche per succhiare con anestetici.

Gli antitosse possono essere usati solo come prescritto da un medico - l'uso scorretto di questi può aggravare la situazione.

risultati

Quanti giorni può essere curata una ARVI dipende principalmente dal tipo di agente patogeno e dalla gravità dell'infezione: 3-5 giorni con lieve infezione da rinovirus, un mese con influenza moderata.

0P3.RU

trattamento di raffreddori

  • Malattie respiratorie
    • Comune raffreddore
    • SARS e ARI
    • influenza
    • tosse
    • polmonite
    • bronchite
  • Malattie ORL
    • Naso che cola
    • antrite
    • tonsillite
    • Mal di gola
    • otite

Quanto dura un freddo?

Come trattare le infezioni respiratorie acute in un adulto

Le malattie respiratorie acute (ARD) sono molto diffuse, si verificano in ogni stagione, soprattutto durante la stagione fredda. L'ARI negli adulti può essere dovuto a una varietà di agenti patogeni, ma molto spesso - virus, di cui esistono circa 170 specie. I virus più comuni sono la parainfluenza, l'influenza, i rinovirus, gli adenovirus, i respiratori sinciziali. Tutti sono trasmessi da goccioline trasportate dall'aria, e ciascuno degli agenti patogeni colpisce l'una o l'altra parte del tratto respiratorio, ad esempio il virus dell'influenza - la trachea, l'adenovirus - la faringe.

Ma i virus non sempre causano ARD, secondo le statistiche, circa nel 30-50% dei pazienti, i batteri (staphylococcus, streptococco, legionella, meningococco), micoplasma o clamidia provocano lo sviluppo di questa malattia. In questo caso, al paziente vengono prescritti antibiotici, che vengono selezionati singolarmente a seconda dell'agente patogeno.

Patogenesi: cosa succede nel corpo dei malati?

L'infezione si verifica solo da goccioline trasportate dall'aria da una persona che ha una malattia respiratoria acuta. Successivamente, il virus inizia a moltiplicarsi nel tratto respiratorio, determinando migliaia di virioni (particelle virali). I virioni catturano nuove aree del tratto respiratorio, si moltiplicano attivamente su di loro, causando necrosi e desquamazione della mucosa dell'albero bronchiale. La vastità e la gravità delle lesioni dipendono dalla patogenicità del virus e dallo stato di immunità umana.

Le infezioni respiratorie acute e batteriche adenovirali hanno alcune peculiarità. Quindi, in questo tipo di malattia, il fatto dell'infezione è assente. Il fatto è che la maggior parte degli agenti causali delle infezioni respiratorie acute batteriche fanno parte della microflora condizionatamente patogena, che è costantemente presente nel tratto respiratorio di una persona sana. E gli adenovirus hanno la capacità di sopravvivere nel corpo umano per un tempo molto lungo. Questo è il motivo per cui i medici sono convinti che le infezioni respiratorie acute e batteriche adenovirali si sviluppano come conseguenza di un forte declino delle forze protettive del corpo umano.

Di solito negli adulti una tale malattia come la malattia respiratoria acuta dura poco tempo, procede benignamente. Ma sullo sfondo di questa malattia, altre patologie croniche del tratto respiratorio, che possono portare a gravi complicanze batteriche secondarie, possono aggravarsi. Per combattere tali effetti pericolosi, il paziente dovrà assumere antibiotici.

Sintomi di infezioni respiratorie acute di eziologia virale

I sintomi della malattia compaiono dopo la fine del periodo di incubazione, che può durare da alcune ore a diversi giorni. Uno dei principali segni di ARI è la febbre, che di solito compare il primo giorno di malattia e inizia con brividi. La temperatura può salire a valori alti - 38-40 gradi. La durata della febbre può essere diversa, a seconda del tipo di infezione respiratoria acuta osservata in un paziente, ad esempio, in caso di infezione da rinovirus, in contrasto con l'influenza, l'aumento della temperatura sarà insignificante e di breve durata.

Insieme alla febbre, ci sono anche sintomi di intossicazione generale, come dolori muscolari e articolari, mal di testa (in fronte, tempie, sopracciglia), debolezza, dolori muscolari. A volte il dolore è localizzato nei bulbi oculari, può aumentare con il movimento degli occhi o premendo su di essi. Alcuni pazienti hanno lacrimazione, fotofobia. Negli anziani, i sintomi della malattia possono includere vertigini, tendenza allo svenimento. Se l'ARI è grave, quindi delirio, si può osservare l'insonnia.

L'infezione da Rhinovirus è caratterizzata da sintomi come congestione nasale, starnuti e secrezione dai passaggi nasali, che sono inizialmente mucosi e acquosi, e qualche tempo dopo mucosi e grigiastri, e talvolta simili a pus. Una tale infezione respiratoria acuta negli adulti può essere accompagnata da mal di gola, raucedine e sensazione di pesantezza alla testa. L'infezione respiratoria sinciziale negli adulti è abbastanza rara. È caratterizzato da danni ai polmoni e ai bronchi sotto forma di bronchite e polmonite. Allo stesso tempo, il paziente ha sintomi come mancanza di respiro, tosse con espettorato e febbre alta.

L'influenza inizia sempre in modo acuto. Oltre alla febbre e all'intossicazione generale, il paziente è disturbato da sintomi come solletico, dolore e indolenzimento dietro lo sterno, tosse secca. La pelle del viso e del collo è iperemica. La pressione sanguigna diminuisce, l'impulso è contratto. Occasionalmente possono verificarsi epistassi. Se compaiono tali sintomi, dovresti assolutamente consultare un medico, perché l'influenza può portare a gravi complicazioni, come edema polmonare, gonfiore al cervello e shock tossico. Inoltre, la malattia è spesso complicata da polmonite, otite media e sinusite, che sono spesso usati per combattere gli antibiotici.

L'infezione da adenovirus è accompagnata da danni non solo all'apparato respiratorio, ma anche ai linfonodi e agli occhi. Con questo tipo di ARD, la fioritura bianca appare sotto forma di film o filamenti sulle tonsille. Si manifestano anche sintomi quali gonfiore pronunciato delle palpebre, congiuntivite, disturbi intestinali, linfonodi ingrossati e una grossa eruzione cutanea. Questo raffreddore può portare allo sviluppo di polmonite.

I sintomi della parainfluenza sono molto simili ai sintomi dell'influenza, ma la malattia è più prolungata e tutti i sintomi sono molto più luminosi. Il paziente ha una tosse secca, a volte grossolana ("abbaiare"), dolore durante la deglutizione e difficoltà a respirare a causa del gonfiore delle corde vocali e del loro spasmo riflesso. Il trattamento della malattia deve iniziare immediatamente, perché il quarto giorno il paziente può sviluppare polmonite o bronchite.

L'infezione da enterovirus o influenza estiva si manifesta con febbre, ingrossamento della milza e del fegato, linfoadenopatia, nausea e dolore addominale. Se il virus si è diffuso in tutto il corpo attraverso il flusso sanguigno, appare un'eruzione sulle braccia e sulle gambe, le estremità si gonfiano e le piaghe appaiono nella bocca. Se il trattamento non viene avviato in tempo, possono svilupparsi encefalite e meningite.

Segni di infezioni respiratorie acute di eziologia non virale

Se la malattia è causata da clamidia, il paziente ha febbre, intossicazione, tracheobronchite, fegato e milza ingrossati. A 2-4 giorni si verifica una polmonite, quindi il trattamento dovrebbe iniziare il più presto possibile. Se il paziente ha una micoplasmosi respiratoria, oltre ad alta temperatura e intossicazione generale, sarà disturbato da tracheobronchite e rinofaringite. Per evitare spiacevoli conseguenze, il paziente dovrà assumere antibiotici prescritti da un medico.

Di regola, un'eziologia batterica si sviluppa in persone con malattie respiratorie croniche. Di solito la malattia si verifica gradualmente, l'intossicazione e la febbre non sono molto pronunciate. Ma è possibile e grave con intossicazione pronunciata e febbre, che può portare a gravi complicazioni, come ad esempio la polmonite.

diagnostica

Prima di iniziare il trattamento, è necessario diagnosticare per chiarire la diagnosi. Un paziente è sottoposto a un esame del sangue clinico e, se necessario, vengono utilizzati anche metodi di diagnosi rapida. A volte aiuta a identificare la PCR dei patogeni.

Uso e metodo sierologico, che è relativamente semplice e conveniente. Durante lo studio, gli specialisti di laboratorio hanno testato sieri accoppiati, che sono stati prelevati nei primi giorni della malattia e 5-7 giorni dopo. Gli anticorpi ai virus che sono gli agenti causali della malattia si trovano in varie reazioni. Segno diagnostico è l'aumento di titoli quattro volte o più.

Trattamento della malattia

Se la condizione del paziente non è seria, il suo trattamento avviene a casa. Nel periodo della febbre, è necessario rispettare il riposo a letto, bere di più. Un malato deve essere isolato dagli altri mentre viene trattato, poiché è contagioso. Assicurati di chiamare un medico, perché solo lui può decidere cosa trattare il paziente.

Se la malattia è di eziologia virale, vengono utilizzati farmaci antivirali con attività antivirale (Kagocel, reaferon), nonché farmaci antipiretici e combinati (Vervex, paracetamolo, anti-influenza, rhinzasip). Come prescritto dal medico, viene utilizzato l'interferone. Il trattamento comprende anche l'uso di gocce di vasocostrittore dal comune raffreddore (nazivina, vibrocillo), unguento ossolinico e vitamine (ascorutina, acido ascorbico, complessi multivitaminici).

A volte i medici chiedono a un paziente come trattare una malattia, raccomandano l'assunzione di medicinali omeopatici (aflubina, fluttuante). Se si sviluppa broncospasmo, quindi utilizzare broncodilatatori (aminofillina, teopek). Nei primi giorni della malattia, il trattamento può includere farmaci antitosse, entrambi narcotici (codeina) e non narcotici (glaulent). Bromhexine è usato per migliorare lo scarico dell'espettorato nei giorni successivi. Nell'infezione da adenovirus, viene instillata l'ossolina o la desossiribonucleasi negli occhi per liberarsi della congiuntivite.

Se la malattia ha un'eziologia batterica, clamidiale o micoplasmatica, devono essere assunti antibiotici. Nomini gli antibiotici appropriati possono solo dottore dopo che il patogeno è stato rilevato. Non puoi prendere antibiotici da soli, poiché possono causare una serie di effetti collaterali, compresi quelli pericolosi come lo shock anafilattico. Se la malattia dell'eziologia virale è complicata dalla polmonite, vengono prescritti anche antibiotici (amoxiclav, cefazolina, ecc.).

Se il decorso della malattia è grave e se compaiono complicazioni, il paziente può essere ricoverato in ospedale nell'ospedale. La questione su come trattarla in questo caso è decisa solo dal medico, a seconda della gravità delle condizioni del paziente. In questo caso non si possono usare solo antibiotici, ma anche farmaci ormonali.

prevenzione

Per la prevenzione dell'uso di interferone (intranasale). Durante un'epidemia, puoi indossare una maschera protettiva che dovrebbe essere cambiata ogni due ore. Se lo desideri, puoi essere vaccinato contro l'influenza. È inoltre necessario condurre uno stile di vita sano e quando compaiono i primi sintomi allarmanti, contattare il medico con una domanda su come trattare la malattia.

SARS nei bambini

Infezioni virali respiratorie acute della SARS nei bambini si trovano in circa il 75% di tutte le malattie dell'infanzia. Infezioni del tratto respiratorio superiore (infezione respiratoria acuta (ARI), infezioni respiratorie acute (ARD), ARVI) sono un gruppo di malattie infettive e infiammatorie acute del tratto respiratorio superiore di varie localizzazioni, eziologia e sintomi.

ARVI è l'infezione più comune al mondo. È impossibile tenere pienamente conto della vera incidenza. Quasi ogni persona più volte (da 4-8 a 15 volte o più) in un anno porta ARVI principalmente sotto forma di forme miti e subcliniche. I raffreddori particolarmente frequenti sono osservati nei bambini piccoli. I bambini dei primi mesi di vita raramente si ammalano perché sono in relativo isolamento e molti di loro conservano per 6-10 mesi l'immunità passiva ottenuta dalla madre a livello transplacentare sotto forma di IgG. Tuttavia, i bambini dei primi mesi di vita possono anche avere infezioni virali respiratorie acute, specialmente se sono in stretto contatto con i pazienti. Le ragioni di ciò possono essere l'immunità transplacentare non accentata o la sua completa assenza, la prematurità, forme primarie di immunodeficienza, ecc.

ICD-10 Code J00-J06 Infezioni respiratorie superiori acute

Epidemiologia della SARS

Secondo le statistiche, un bambino può ammalarsi da 1 a 8 volte l'anno. Ciò è dovuto al fatto che l'immunità prodotta nel corpo di un bambino da un virus è impotente contro un'altra infezione. E i virus che causano la SARS, centinaia. Questi sono virus influenzali, parainfluenza, adenovirus, enterovirus e altri microrganismi. E poiché i genitori hanno spesso a che fare con la SARS, dovrebbero sapere il più possibile su questa malattia, sui meccanismi del suo sviluppo e su come combattere l'infezione virale durante l'infanzia.

La maggiore incidenza è nei bambini dai 2 ai 5 anni di età, che, di norma, è associata alle visite alle istituzioni per bambini, un aumento significativo del numero di contatti. Un bambino che frequenta un asilo può soffrire di infezioni virali respiratorie acute fino a 10-15 volte durante il primo anno, 5-7 volte nel secondo anno e 3-5 volte l'anno negli anni successivi. Ridurre l'incidenza dovuta all'acquisizione di un'immunità specifica a seguito del trasferimento di ARVI.

Un'alta incidenza di SARS nell'infanzia rende questo problema uno dei più urgenti in pediatria. Le malattie ripetute influenzano significativamente lo sviluppo del bambino. Portano ad un indebolimento delle difese del corpo, contribuiscono alla formazione di focolai cronici di infezione, causano allergizzazione, interferiscono con le vaccinazioni preventive, aggravano il quadro premorboso e ritardano lo sviluppo fisico e psicomotorio dei bambini. In molti casi, frequenti infezioni virali respiratorie acute sono patogeneticamente associate a bronchite asmatica, asma bronchiale, pielonefrite cronica, poliartrite, malattie rinofaringee croniche e molte altre malattie.

Cause di ARVI nei bambini

I fattori che contribuiscono alla nascita di ARVI, perseguono il bambino ovunque. Questi motivi includono:

  • ipotermia, correnti d'aria, scarpe bagnate;
  • comunicazione con altri bambini con ARVI;
  • brusco cambiamento del tempo, fuori stagione (autunno-inverno, inverno-primavera);
  • abbassando le difese del corpo;
  • ipovitaminosi, anemia, corpo indebolito;
  • attività fisica ridotta del bambino, ipodynamia;
  • indurimento improprio del corpo.

Tutti questi sono fattori che indeboliscono il corpo e contribuiscono alla diffusione senza ostacoli del virus.

Le cause delle frequenti infezioni virali respiratorie acute nei bambini sono l'elevata sensibilità del corpo del bambino a qualsiasi età, compresa quella del neonato. Le infezioni virali respiratorie acute acute di un bambino iniziano dal momento in cui entrano in un asilo nido, in una scuola materna o in una scuola. Le malattie possono essere ripetute in successione. Ciò accade perché la difesa immunitaria dopo un'infezione virale si sviluppa da un tipo di virus. La penetrazione nel corpo di un nuovo virus provoca una nuova malattia, anche se è passata una piccola quantità di tempo rispetto alla precedente.

Quanto dura l'infezione virale respiratoria acuta?

Per quanto tempo un bambino può essere contagioso e quanto dura un ARVI in un bambino?

Di norma, più tempo è trascorso da quando sono comparsi i primi sintomi, meno è probabile che il bambino sia contagioso. Il periodo di tempo in cui una persona malata è in grado di infettare gli altri di solito inizia quando compaiono i primi sintomi della malattia o contemporaneamente a loro. In alcuni casi, il bambino potrebbe sembrare ancora "sano" in apparenza, ma il processo patologico potrebbe già essere in corso. Dipende da molti fattori, inclusa la persistenza dell'immunità dei bambini.

Il momento iniziale del periodo di incubazione (quando il virus è già penetrato nel corpo dei bambini, ma la malattia non si è ancora manifestata "in tutta la sua gloria") è considerato il momento di comunicazione con un paziente già contagioso. Un tale momento può essere il contatto con un bambino malato all'asilo, o uno "starnuto" accidentalmente catturato in un filobus. La fase finale del periodo di incubazione è completata con la comparsa dei primi segni di malattia (quando compaiono i reclami).

Test di laboratorio possono già indicare la presenza di un virus nel corpo durante il periodo di incubazione.

Il periodo di incubazione della SARS nei bambini può durare da alcune ore a due settimane. Ciò si applica a tali agenti causali di malattie come rinovirus, virus dell'influenza, parainfluenza, paraklyoklyusha, adenovirus, reovirus e anche virus respiratorio sinciziale.

Il periodo durante il quale il bambino è contagioso può iniziare 1-2 giorni prima che compaiano i primi segni della malattia.

Quanto dura l'infezione virale respiratoria acuta? Se contate dal momento dei primi sintomi, allora il periodo di malattia può durare fino a 10 giorni (in media - una settimana). Allo stesso tempo, a seconda del tipo di virus, il bambino può continuare ad essere contagioso per altre 3 settimane dopo il recupero (scomparsa dei sintomi).

I sintomi della SARS nei bambini

Qualunque tipo di virus sia causato da ARVI, con la forma classica della malattia ci sono alcuni sintomi comuni:

  • Sindrome "infettiva generale" (un bambino ha gnomi, dolori muscolari, nella testa, debolezza presente, aumento della temperatura, aumento dei linfonodi sottomandibolari);
  • danno all'apparato respiratorio (congestione nasale, naso che cola, mal di gola, tosse, secchezza o espettorato);
  • sconfitta delle mucose (crampi e arrossamento nella zona degli occhi, lacrimazione, congiuntivite).

I primi segni di SARS in un bambino sono spesso caratterizzati da un improvviso inizio con una sindrome "infettiva generale" chiaramente indicata. Con parainfluenza o adenovirus, i primi segni sono una lesione degli organi respiratori (gola, nasofaringe), nonché arrossamento e prurito della congiuntiva dell'occhio.

Certo, sarebbe più facile per genitori e dottori, se il corso di ARVI nei bambini fosse sempre classico. Tuttavia, l'organismo dei bambini è un sistema molto complesso e la sua risposta alla penetrazione di un virus non può essere prevista al cento per cento. Ogni organismo è individuale, quindi il corso di ARVI può essere cancellato, asintomatico, atipico o anche estremamente grave.

Poiché è improbabile che i genitori siano in grado di indovinare e prevedere il decorso della malattia, è necessario conoscere le condizioni in cui si dovrà consultare un medico nel modo più urgente.

I sintomi della SARS nei bambini, che richiedono un trattamento urgente al medico:

  • Le temperature superano i 38 ° C e hanno poca o nessuna risposta all'uso di farmaci antipiretici.
  • La coscienza del bambino è disturbata, è confuso, indifferente e può svenire.
  • Il bambino lamenta un forte mal di testa, oltre all'incapacità di girare il collo o inclinarsi verso la parte anteriore.
  • Sulla pelle appaiono le vene varicose, le eruzioni cutanee.
  • C'è dolore al petto, il bambino inizia a soffocare, è difficile respirare.
  • L'espettorato multicolore appare (verde, marrone o rosa).
  • Ci sono gonfiori sul corpo.
  • Ci sono crampi

Non automedicare, soprattutto quando si tratta di tuo figlio. Prestare attenzione anche ad altri organi e sistemi del bambino, in modo da non perdere l'infiammazione incipiente.

La temperatura della SARS nei bambini

I bambini sono abbastanza sensibili per aumentare la temperatura corporea: temperature eccessivamente alte contribuiscono alla comparsa di crampi nel bambino. Per questo motivo, la temperatura non dovrebbe superare 38-38,5 ° C.

La temperatura non dovrebbe essere abbattuta a 38 ° C, poiché non c'è bisogno di impedire al corpo di svolgere il suo lavoro - per combattere la penetrazione del virus. Questo può causare complicazioni. Cosa fare:

  • non farti prendere dal panico;
  • osservare le condizioni del bambino - in genere dopo 3-4 giorni la temperatura dovrebbe stabilizzarsi.

Infezioni virali respiratorie acute prolungate in un bambino con una bassa temperatura possono indicare l'adesione di un'infezione batterica. Ciò accade anche quando gli indicatori di temperatura dopo una infezione virale sono diminuiti, il bambino sembra essere in via di guarigione, ma dopo alcuni giorni è diventato di nuovo peggio, è comparsa la febbre. In una situazione del genere, non vale la pena di rimandare a chiamare un medico.

Nel corso classico delle infezioni virali respiratorie acute, la temperatura può rimanere non più di 2 o 3 giorni, il massimo è di cinque giorni. Durante questo periodo, il corpo deve superare il virus sviluppando i propri anticorpi. Importante: non abbassare la temperatura in modo normale, puoi solo abbassarla in modo che il corpo continui a combattere l'infezione.

Tosse con ARVI nei bambini

La tosse con infezioni virali respiratorie acute nei bambini è un sintomo abbastanza frequente. Di solito è presente sullo sfondo di febbre, naso che cola e altri segni della malattia. Con l'inizio della malattia, c'è una tosse secca (senza espettorato). I medici definiscono tale tosse improduttiva: è fortemente tollerata da un bambino, può disturbare la pace del sonno e avere un effetto negativo sull'appetito.

Nel corso classico delle infezioni virali respiratorie acute, dopo 3-4 giorni la tosse entra nella fase produttiva - appare l'espettorato. Ma tieni presente che non tutti i bambini possono tirarla fuori. Per questo motivo, il bambino ha bisogno di aiuto: tenere regolarmente un massaggio del torace, ginnastica leggera e con un attacco di tosse, il bambino dovrebbe essere dato in posizione verticale.

Di norma, la tosse per le infezioni virali dura fino a 15-20 giorni, ma se la sua durata supera le tre settimane, si può sospettare una tosse cronica. In tali casi, una consultazione competente del pneumologo e allergologo pediatrico, così come la nomina di una terapia complessa, è semplicemente necessaria.

Vomito in un bambino con ARVI

Vomito in un bambino con ARVI può verificarsi contemporaneamente con la comparsa di febbre e tosse. Con difficoltà, l'espettorato è sciolto, denso e viscoso, irrita gli organi respiratori e provoca tosse agonizzante in un bambino. Il riflesso del vomito viene attivato dalla transizione del segnale eccitatorio dai centri per la tosse ai centri del bavaglio. In alcuni casi, il vomito può comparire a causa dell'accumulo di una grande quantità di secrezioni mucose nella cavità nasofaringea, ma in questo caso il vomito compare senza tossire. Molto spesso, il vomito sullo sfondo della tosse non è abbondante, il bambino non porta sollievo visibile.

È importante distinguere quando il vomito è associato alla stimolazione simultanea del riflesso della tosse e del vomito e quando il vomito può essere un segno di avvelenamento o malattia del tratto gastrointestinale. Pertanto, il medico dovrebbe mostrare necessariamente il bambino, altrimenti può provocare la comparsa di complicazioni indesiderabili e talvolta gravi.

Rash con la SARS in un bambino

Se c'è un'eruzione cutanea in infezioni virali respiratorie acute in un bambino - questa è una ragione diretta per andare da un dottore. È possibile elencare diverse opzioni per le cause dell'eruzione durante la malattia:

  • intolleranza a uno qualsiasi dei farmaci presi dal bambino;
  • reazione allergica ai prodotti alimentari che di solito danno ai genitori di un bambino malato (lampone, arance, limoni, aglio, zenzero, ecc.);
  • alta temperatura, che contribuisce ad aumentare la permeabilità vascolare - in questi casi, l'eruzione cutanea ricorda le emorragie variegate sulla pelle.

Ci sono cause più gravi dell'eruzione cutanea. Ad esempio, questa è l'aggiunta di una infezione da meningococco: tale eruzione è solitamente accompagnata da ipertermia e vomito. In una qualsiasi delle opzioni, quando viene rilevata un'eruzione sul corpo del bambino, devono essere prese tutte le misure per portare il bambino nel reparto di infezione il più presto possibile. Puoi semplicemente chiamare un'ambulanza e descrivere i sintomi della malattia. Il ritardo in questo caso non può essere.

Dolore addominale con SARS in un bambino

Molto spesso i genitori si trovano di fronte a una situazione in cui lo stomaco fa male all'ARVI in un bambino. I dolori sono più spesso coliche e localizzati nella zona di proiezione dell'intestino crasso. I medici possono spiegare questo sintomo con una reazione combinata del sistema linfatico dell'intestino e dell'appendice. Per lo stesso motivo, le infezioni virali respiratorie acute possono essere complicate da un attacco di appendicite acuta. In una situazione del genere, l'atto più competente dei genitori potrebbe essere quello di chiamare un medico a casa e, se aumenta il dolore all'addome, dovrai chiamare un'ambulanza.

Un gran numero di infezioni virali respiratorie acute insieme a dolore addominale può anche essere accompagnato da diarrea. La diarrea nel caso della SARS in un bambino è causata da spasmi crampiformi nell'intestino - la reazione del corpo del bambino alla malattia. Tuttavia, il più delle volte la diarrea e il dolore addominale provocano farmaci che il bambino deve assumere. Ad esempio, se al bambino sono stati prescritti antibiotici o farmaci antivirali, questo può gradualmente portare a una violazione della microflora intestinale o manifestarsi come reazione all'ipersensibilità del sistema digestivo a determinati tipi di farmaci. In questo o quel caso la consultazione del dottore è obbligatoria.

Congiuntivite con SARS in un bambino

Sfortunatamente, la congiuntivite con la SARS in un bambino si verifica in quasi tutti i casi della malattia, specialmente quando viene attaccata dall'infezione da adenovirus. I segni di congiuntivite diventano immediatamente evidenti. Inizialmente, un'infezione virale che ha causato l'ARVI colpisce un occhio, ma dopo 1-2 giorni l'altro occhio è interessato. Entrambi gli occhi del bambino arrossiscono, prurito, c'è una sensazione di "sabbia" negli occhi. Il bambino strizza gli occhi, si asciuga le palpebre, piangendo costantemente. Gli occhi possono essere coperti di croste e negli angoli può essere raccolto uno scarico leggero.

Tale congiuntivite passa gradualmente da sola, mentre il bambino si riprende da ARVI. Tuttavia, i medicinali per bambini speciali - unguenti o gocce antivirali per gli occhi, che possono essere facilmente acquistati in farmacia, possono aiutare ad alleviare le condizioni del bambino ed eliminare prurito e secrezione dagli occhi.

Tuttavia, in alcuni casi, la congiuntivite può essere il risultato di una reazione allergica in un bambino. In questo stato, il bambino appare non solo lacrimazione e arrossamento degli occhi, ma anche le palpebre inferiori si gonfiano. È caratteristico che con le allergie entrambi gli occhi sono colpiti contemporaneamente. Se ciò accade, è necessaria una consultazione urgente con un medico, identificazione ed eliminazione del contatto con un potenziale allergene, prescrizione di colliri antistaminici e farmaci.

Caratteristiche della SARS nei bambini

I bambini di età diverse possono rispondere in modo diverso alla comparsa di segni di SARS.

  • La SARS in un bambino può manifestare sintomi come l'ansia del bambino, il sonno povero, la perdita di appetito; disturbo intestinale, lacrime eccessive e malumore. Tali cambiamenti nel comportamento del bambino dovrebbero destare sospetti nella madre, poiché il bambino non può spiegare il suo benessere con le parole.
  • La SARS in un bambino di un mese può manifestarsi con difficoltà nella respirazione nasale, poiché il bambino non riesce ancora a respirare attraverso la bocca. Come sospettare che il bambino abbia il naso chiuso? Il bambino diventa irrequieto quando succhia, spesso si rifiuta di mangiare e spinge via il seno o la bottiglia. In questi casi, assicurarsi di pulire i passaggi nasali delle briciole.
  • La SARS in un bambino di 2 mesi può manifestamente manifestare mancanza di respiro con respiro sibilante prolungato - questo sintomo è spesso chiamato sindrome asmatica. Allo stesso tempo, i sintomi di intossicazione sono espressi: grigiore o cianosi della pelle, letargia, apatia, febbre.
  • La SARS in un bambino di 3 mesi spesso si presenta con danni agli organi respiratori che, con cure non adeguate, possono essere complicate da bronchite o polmonite. Pertanto, è molto importante prestare attenzione alla difficoltà di deglutizione e respirazione nasale del bambino, per misurare regolarmente la temperatura. L'allattamento al seno durante questo periodo è estremamente indesiderabile da interrompere, poiché il latte materno in questo caso sarà la migliore medicina per il bambino.
  • La SARS in un bambino di 4 mesi è accompagnata da una lesione della mucosa del nasopharynx e dei bronchi, che si manifesta sotto forma di naso che cola e tosse. Si può osservare un aumento dei linfonodi sottomandibolari o parotidei, la milza. Spesso si sviluppa congiuntivite, cheratocongiuntivite, che si esprime nel rossore degli occhi e lacrimazione continua.
  • La SARS nei bambini al di sotto di un anno può essere complicata da groppa, una condizione in cui la laringe si infiamma e si gonfia, cioè la zona che è direttamente sotto le corde vocali. Questa condizione è spiegata dal fatto che nei bambini piccoli questa zona contiene una grande quantità di cellulosa sciolta, che si gonfia facilmente. Allo stesso tempo, il lume laringeo non è abbastanza grande. La groppa si sviluppa più spesso durante la notte, quindi i genitori dovrebbero prestare attenzione ad iniziare improvvisamente a "abbaiare" tosse, respiro pesante, attacchi di dispnea, ansia e bluità delle labbra di un bambino. Se tali segni sono osservati, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza.
  • La SARS in un bambino ha 6 mesi - un periodo in cui il bambino ha già ricevuto o ricevuto integratori. Spesso, all'età di sei mesi, un'infezione virale è accompagnata, oltre agli organi respiratori, dal coinvolgimento dell'apparato digerente. Questo può manifestare segni di gastrite acuta o enterite: dolore addominale, feci alterate.
  • La SARS in un bambino di 1 anno può essere ripetuta da 1 a 8 volte all'anno, a seconda dell'immunità. Da questa età in poi, è molto importante iniziare ad eseguire procedure di tempra e rafforzare le difese immunitarie del bambino in modo che il suo corpo possa sopportare numerosi virus e batteri. È particolarmente importante proteggere il bambino nel periodo autunno-inverno e inverno-primavera.
  • La SARS in un bambino di 2 anni è spesso accompagnata da laringite (infiammazione della laringe), tracheite (infiammazione della trachea - tubo respiratorio) o una combinazione di queste malattie. I segni di una tale lesione sono una voce rauca, una tosse ossessiva e secca. Naturalmente, un bambino di 2 anni non può ancora esprimere espressamente le sue lamentele. Pertanto, i genitori devono monitorare attentamente le condizioni del bambino. Con la comparsa di difficoltà di respirazione, retrazione degli spazi intercostali, gonfiore delle ali del naso, è necessario chiamare con urgenza un'ambulanza.
  • L'ARVI in un bambino di 3 anni di solito inizia ad aumentare di temperatura verso sera. C'è dolore alla testa, il bambino si sente apatico, stanco, pigro. Molto spesso, la malattia appare nella stagione delle epidemie, quindi la diagnosi non è difficile. La gravità della condizione fa sentire il bambino.

Se noti sintomi insoliti o sospetti in un bambino, assicurati di chiamare un'ambulanza. Non aver paura di disturbare ancora una volta il dottore: la cosa principale è la salute del tuo bambino.

Ripeti l'ARVI in un bambino

L'ARVI ripetuta in un bambino non è rara, poiché i bambini sono solitamente molto sensibili all'infezione virale. I bambini sono inclini a essere infettati da un virus sin dalle prime settimane di vita, ma nei primi tre mesi non si ammalano tanto quanto in età avanzata. La propensione alla malattia è particolarmente evidente nell'età da 6 mesi a 3 anni, quindi la suscettibilità è alquanto ridotta, sebbene ciò possa dipendere dall'immunità individuale dell'organismo.

Perché si verificano infezioni virali respiratorie acute ricorrenti? Il fatto è che l'immunità ha specificità in relazione ai singoli tipi e persino ai tipi di infezione virale. Tale immunità non differisce tra persistenza e durata. E in combinazione con un gran numero di varietà del virus crea una grande percentuale della probabilità di malattie ricorrenti.

La SARS in un bambino può presentarsi come un caso singolo o come conseguenza di un'enorme epidemia, che spesso accade in una squadra di bambini. Ecco perché l'incidenza di un bambino aumenta, di norma, con l'inizio di una visita a un asilo o ad altre scuole materne o scolastiche.

Dove fa male?

Cosa ti infastidisce?

Complicazioni della SARS nei bambini

Secondo le statistiche, almeno il 15% di tutte le malattie della SARS durante l'infanzia lascia dietro di sé complicazioni per altri organi e sistemi corporei. Per questo motivo, non dimenticare che nei bambini ARVI può presentarsi con una temperatura elevata non superiore a cinque giorni. Un aumento della temperatura superiore a 38 ° C può indicare il verificarsi di complicazioni o l'aggiunta di un'altra malattia. A volte la temperatura sembra diminuire, ma dopo 1-3 giorni si alza di nuovo: compaiono sintomi di intossicazione, come lacrime, pallore, letargia e aumento della sudorazione. Il bambino si rifiuta di mangiare e bere, diventa indifferente a ciò che sta accadendo. Quali possono essere le complicazioni di ARVI nei bambini?

  • La tosse dopo un'infezione virale respiratoria acuta in un bambino in alcuni casi può significare il passaggio della malattia alla bronchite o persino alla polmonite - un'infezione virale si sta gradualmente spostando verso il basso attraverso le vie respiratorie. In primo luogo, potrebbe esserci un quadro clinico di laringite (tosse secca, voce rauca), quindi una tracheite (tosse dolorosa, funzioni vocali ripristinate) e successivamente bronchite. Il sintomo principale della bronchite è la tosse. In primo luogo, è asciutto e ruvido, inizia gradualmente a formarsi e tossire espettorato. La difficoltà di respirare si unisce, la temperatura sale di nuovo, sudorazione eccessiva, stanchezza. Se il bambino ha una respirazione frequente e pesante (a volte il bambino sembra "gemere"), allora si può sospettare la presenza di bronchiolite o polmonite. È richiesta una visita medica.
  • Un'eruzione cutanea in un bambino dopo ARVI può essere dovuta a diversi motivi. Ad esempio, potrebbe essere l'aggiunta di malattie come rosolia, morbillo, herpes (roseola pediatrica), infezione da enterovirus, scarlattina, ecc. E potrebbe esserci una reazione allergica ai farmaci, come gli antibiotici. La causa esatta dell'eruzione dovrebbe stabilire un medico.
  • L'artrite dopo la SARS nei bambini può comparire dopo una malattia protratta. Tale artrite è chiamata "reattiva". I sintomi dell'artrite reattiva possono comparire diversi giorni o addirittura settimane dopo il recupero. Di solito c'è dolore all'articolazione (di solito al mattino). Può essere un'articolazione dell'anca, un'articolazione del ginocchio, un'articolazione della caviglia, ecc. Il bambino a malapena si alza dal letto, zoppica quando cammina, lamenta un forte dolore. Il reumatologo pediatrico può diagnosticare la malattia e iniziare il trattamento sulla base dell'esame e dei risultati di alcuni test.

Inoltre, le complicazioni delle infezioni virali respiratorie acute possono essere sinusite (processo infiammatorio nei seni paranasali) o otite media. Si può sospettare di tali malattie per la costante congestione nasale di fronte a un mal di testa, o per il dolore al tiro nell'orecchio, insieme a una diminuzione dell'udito e una sensazione di congestione.

Diagnosi di SARS nei bambini

Il compito principale dei test effettuati per la diagnosi della SARS nei bambini è la determinazione del tipo di patogeno. A seconda di questo, verrà assegnato un ulteriore regime di trattamento.

I test più comuni per i bambini con SARS sono un esame emocromocitometrico completo, analisi delle urine e test immunologici per rilevare gli anticorpi contro un'infezione virale.

Quali indicatori di solito indicano ARVI?

Emocromo completo:

  • globuli rossi - normali o aumentati a causa della mancanza di liquidi nel corpo;
  • ematocrito - normale o aumentato (con febbre);
  • leucociti - limite inferiore di normalità o diminuzione, che indica l'eziologia virale della malattia;
  • formula dei leucociti - la predominanza dei linfociti, un leggero aumento dei monociti;
  • eosinofili: diminuzione del numero o completa scomparsa;
  • neutrofili - abbassando la quantità;
  • L'ESR nei bambini con SARS è aumentata, ma questo indicatore non è specifico per un'infezione virale.

Analisi delle urine:

  • i cambiamenti non sono specifici, a volte - una piccola quantità di proteine ​​nelle urine, che passa dopo il recupero;
  • possibile, ma non del tutto necessario - una piccola microematuria.

In rari casi, corpi chetonici - acetone e acido acetoacetico - possono essere rilevati nel sangue o nelle urine - complessi chimici che si formano nel fegato quando il cibo viene assorbito nel tratto digestivo. L'acetone nei bambini con SARS può comparire in varie concentrazioni e poiché questa sostanza è inizialmente tossica, la sua presenza in grandi quantità può causare segni di avvelenamento in un bambino (in particolare, vomito, così come l'odore di acetone dalla bocca o dalle urine). La determinazione e il trattamento dell'acetone nel sangue o nelle urine devono essere trattati esclusivamente da un medico specialista.

L'immunologia è un'analisi delle immunoglobuline M (già allocate nelle fasi iniziali della malattia). Questa analisi viene eseguita due volte - con i primi sintomi di ARVI e una settimana dopo. Un tale studio può determinare accuratamente l'agente patogeno. Tuttavia, il metodo immunologico non è sempre utilizzato, ma solo in caso di decorso grave e protratto della malattia.

Cosa dovrebbe essere esaminato?

Come esaminare?

Quali test sono necessari?

Chi contattare?

Trattamento di ARVI nei bambini

I bambini con ARVI da lieve a moderata possono essere trattati a casa. Ospedalizzato solo nei seguenti casi:

  • con una forma grave della malattia, o in presenza di complicazioni (infiammazione dei polmoni, groppa, ecc.);
  • all'età di un bambino fino a 1 anno o da 1 a 3 anni;
  • sotto condizioni epidemiologiche e materiali e di vita insoddisfacenti.

Lo standard di trattamento di ARVI nei bambini prevede, prima di tutto, la rimozione dell'intossicazione del corpo. Con questo scopo, l'uso di una grande quantità di bevanda calda, multivitaminici complessi, e in casi più gravi - in / nell'introduzione di glucosio e sostituti del sangue. Alle alte temperature possono essere utilizzati farmaci antipiretici sotto forma di compresse o supposte rettali e, nei casi più gravi, sotto forma di iniezioni intramuscolari.

Durante il periodo febbrile, al bambino viene mostrato il riposo a letto. In assenza di complicazioni, gli antibiotici e le droghe sulfuree non vengono solitamente utilizzati, ma in alcuni casi sono ancora prescritti ai bambini piccoli, poiché è molto difficile riconoscere una complicazione in un bambino.

Il protocollo di trattamento per le infezioni virali respiratorie acute nei bambini con complicanze include la nomina di broncodilatatori (per polmonite o bronchite). Gli antibiotici sono usati con cautela, tenendo conto delle inclinazioni allergiche del bambino. Quando la stenosi della laringe utilizza sedativi, antispastici, nei casi gravi, iniettare l'iniezione di idrocortisone.

Il trattamento moderno di ARVI nei bambini comporta la nomina di farmaci volti ad eliminare i principali sintomi della malattia. Quali sono questi farmaci:

  • antitussivi sotto forma di sciroppi, compresse masticabili o convenzionali;
  • creme o balsami riscaldanti a base di ingredienti naturali che vengono strofinati sulla pelle del petto;
  • altre procedure di riscaldamento (intonaci o impacchi di senape) secondo le indicazioni;
  • preparati vitaminici per rafforzare le forze immunitarie.

Maggiori informazioni sui farmaci per la SARS, parleremo di seguito.

Preparati per il trattamento della SARS nei bambini

Tutti gli strumenti antivirus sono divisi in 4 categorie:

  • antivirali omeopatici;
  • farmaci puramente antivirali;
  • interferoni e stimolanti d'interferone;
  • agenti stimolanti dell'immunità.

Considerare separatamente tutte queste categorie.

  1. Omeopatia per la SARS nei bambini. Molto spesso, le supposte Viburcol, Ocylococcinum e Aflubin sono prescritti da questa categoria di farmaci, mentre EDAS-103 (903) o Influenza Heel sono un po 'meno comuni. Gli specialisti omeopati sostengono che i rimedi omeopatici elencati stimolano la funzione protettiva del corpo del bambino, e spesso questo è vero, sebbene la farmacodinamica di questi farmaci non sia stata studiata praticamente. Di regola, i rimedi omeopatici hanno un effetto già alle prime dosi del farmaco.
  2. Agenti antivirali specifici In pediatria, i farmaci antivirali come Arbidol, Rimantadine, Ribavirin e Tamiflu sono più comunemente usati (in alcuni casi, aciclovir, se indicato). Questi farmaci inibiscono l'ingresso del virus in strutture cellulari, bloccano la moltiplicazione del virus, ma hanno uno spettro di attività diverso e non sono destinati a tutti i gruppi di età.
  3. I preparati di interferone e i loro stimolanti sono forse il gruppo più popolare di farmaci antivirali. Ad esempio, Viferon con la SARS nei bambini sopprime lo sviluppo del virus e lo distrugge in 1-3 giorni. Gli interferoni sono in grado di liberare il corpo da un'infezione virale, sia durante il periodo di incubazione, sia da qualsiasi periodo della malattia. Oltre all'iniezione di interferoni, i più interessanti sono le supposte di Viferon, le supposte di Kipferon e le goccioline nasali di Grippferon. Forse l'unica controindicazione all'uso di questi fondi può essere una tendenza allergica del corpo del bambino agli ingredienti delle medicine, in particolare ai componenti delle candele - burro di cacao o grasso di pasticceria. A proposito, i farmaci che attivano la produzione di interferone (Amiksin, Neovir, Cycloferon) sono raccomandati per essere usati solo per la prevenzione, ma non per il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute, a causa della lenta azione di tali farmaci.
  4. Farmaci immunostimolanti - Isoprenosina, Riboxin, Immunal, Imudon, Methyluracil, Bronkhomunal, IRS-19, Ribomunil, ecc. Uno dei farmaci più popolari elencati, Izoprinosine con ARVI nei bambini è usato più come un preventivo, tuttavia, come altri immunostimolanti. La ragione è che l'efficacia dell'azione degli immunostimolanti si osserva solo dopo 14-20 giorni dall'inizio del trattamento immunostimolante. Inoltre, questi farmaci possono essere utilizzati per ripristinare il corpo dopo il recupero.

Come è noto, gli antibiotici per la SARS nei bambini con il decorso classico della malattia non sono prescritti, poiché non hanno nulla a che fare con un'infezione virale. La terapia antibiotica viene utilizzata solo in caso di aggiunta di complicanze o in caso di sospetto: spesso si prescrivono derivati ​​di ampicillina.

Cibo per la SARS nei bambini

Il cibo per le infezioni virali respiratorie acute nei bambini è all'incirca lo stesso del comune raffreddore. La condizione principale è che al bambino venga offerto cibo solo se ha appetito. Non dare da mangiare al bambino con la forza.

Non puoi nemmeno dare al bambino prodotti nocivi: patatine, soda. Viene mostrata un'abbondante bevanda calda e un alimento facilmente digeribile e ricco di vitamine, come verdura, frutta, purea di bacche e gelatina.

Si consiglia ai bambini di offrire una composta di mele senza zucchero, decotti di frutta secca. Se non sei allergico alle bacche, puoi preparare bevande alla frutta o gelatine di bacche o semplicemente dare acqua minerale calda senza gas.

Come bevanda per i bambini da 3-4 anni per la preparazione di composte, è possibile utilizzare albicocche, ciliegie, pere (se non allergiche). Puoi offrire tè verde debole - contiene antiossidanti che aiutano a eliminare le tossine dal corpo.

Si consiglia di evitare decotti e infusi di fragole, ribes - queste bacche sono più allergeni. Sostituiscili con banane, uva o kiwi.

La dieta per i bambini con SARS dovrebbe contenere alimenti facilmente digeribili e salutari:

  • prodotti per cucinare è desiderabile macinare e schiacciare, il cibo dovrebbe essere leggero e morbido;
  • durante il periodo di malattia, cerca di evitare l'acquisto di alimenti per l'infanzia, è meglio cucinarti da cibi freschi, cereali, purè di patate, minestre di purea;
  • Nella fase di recupero, è importante arricchire la dieta con proteine, quindi utilizzare la carne bianca, la carne macinata o il bianco d'uovo sodo come additivi alimentari;
  • ai bambini dai 3-4 anni possono essere offerti pesci magri come pesce persico, merluzzo, ecc.;
  • Non dimenticare i prodotti a base di latte fermentato - sosterranno l'equilibrio della microflora nell'intestino. Kefir fresco adatto, yogurt naturale, ricotta a basso contenuto di grassi, miscela acidofila. Questi prodotti possono aggiungere un cucchiaio di miele (in assenza di allergie);
  • quando il bambino si riprende, torna alla normale dieta, ma fallo gradualmente in modo da non appesantire il corpo.

Sii ragionevole quando scegli un cibo per un bambino con ARVI: il cibo deve essere nutriente, fortificato, vario, ma non devi permettere di mangiare troppo e mangiare cibi nocivi.

Maggiori informazioni sul trattamento

Prevenzione della SARS nei bambini

La prevenzione della SARS nei bambini è principalmente finalizzata ad aumentare la resistenza e rafforzare l'immunità del corpo del bambino. Quali attività hanno un focus preventivo:

  • indurimento (giocando all'aria aperta, facendo bagni d'aria, docce fresche, camminando sull'erba senza scarpe, passando la notte in una stanza fresca, nuotando in piscine e stagni aperti);
  • stabilizzazione dei processi digestivi (consumo di frutta e verdura, rispetto della dieta e delle bevande, supporto della microflora intestinale);
  • regolazione delle feci, normalizzazione della nutrizione;
  • garantire un sonno completo (il riposo non è a stomaco pieno, aria interna ventilata, quantità sufficiente di sonno).

Le misure preventive dovrebbero essere eseguite sistematicamente, non forzare il bambino e spiegargli la necessità di una particolare procedura per mantenere la salute.

Se necessario, e un cattivo stato di immunità, a volte è necessario ricorrere all'uso di farmaci che stimolano la difesa immunitaria.

Preparati per la prevenzione della SARS nei bambini

Lo speciale complesso multivitaminico Vetoron ha una capacità immunomodulante, antinfiammatoria e adattogena. Viene somministrato per via orale dall'età compresa tra 5 e 3-4 gocce, e dall'età compresa tra 7 e 5-7 gocce al giorno, o in capsule da 6 a 5 anni da 5 a 80 mg una volta al giorno.

Si raccomanda di assumere acido ascorbico, retinolo e vitamine del gruppo B in una dose in base all'età. La migliore proporzione delle vitamine sopra elencate è presentata nei preparativi "Undevit", "Complevit", "Heksavit". Le gocce prendono da 2 a 3 volte al giorno per un mese. Nel periodo autunnale-invernale è utile somministrare allo sciroppo di rosa canina il quantitativo di 1 cucchiaino. al giorno

Recentemente, gli adattogeni che stimolano il corpo a resistere alle infezioni sono molto popolari. Vi offriamo i regimi dei farmaci più popolari in questa categoria:

  • Immunal - ingestione da 1 a 3 anni - 5-10 cap., Da 7 anni - 10-15 cap. tre volte al giorno;
  • Gocce di Dr. Theiss - verso l'interno da un anno entro il 10-20 cap. tre volte al giorno;
  • Gocce esali - all'interno di 6 gocce da 12 anni due volte al giorno;
  • Tintura di Aralia - da 1 a 2 anni / anno di vita, una volta al giorno, mezz'ora prima dei pasti, per 14-20 giorni.

Come misura preventiva di emergenza, è possibile assumere farmaci sulla base di piante medicinali (il colore della camomilla, salvia, calendula, colanchoe, aglio o cipolla) o agenti immunocorrettivi locali (Immudon, IRS-19).

La SARS nei bambini è soggetta a recidive, quindi è necessario trovare la propria prevenzione delle prescrizioni, che ti permetterà di dimenticare la malattia per molti anni.

Quanto dura un orz? La temperatura si è abbassata il terzo giorno, ma la condizione generale è ancora scarsa (+

risposte:

Orz è una cosa del genere. Se trattato, in 7 giorni passa. se non trattato per una settimana. )))

Questo è ciò che dura. Se non hai la febbre, la replicazione del virus si è interrotta. Stai recuperando. Innaffia il bambino più liquidi, kompotikami, succhi, tè, kefiryami e tutto sarà a posto.

Alexander Yerofeyev

Ricorda, come in una battuta: se viene trattato un raffreddore, passerà in 7 giorni, in caso contrario, in una settimana. L'influenza può dare debolezza anche prima di 10 giorni dal momento della malattia.

Sergey Nikitin

Gulyaeva Maria

La durata della malattia dipende dall'immunità. Se la temperatura non è ancora addormentata, ciò non significa che tu abbia recuperato. Soprattutto se non dormiva, ma con l'aiuto degli antipiretici. Bevi molto tè caldo con miele, limone, rosa selvatica. Non fare il prepotente con l'influenza suina. Non è ancora così comune. Di solito, una malattia respiratoria acuta si ammala per una settimana, ma poi può esserci debolezza. Le forze del corpo sono esaurite. Vi auguro una pronta guarigione! Non ammalarti!

Tamara Voronyuk

forse è un'infezione secondaria. abbiamo una buona preparazione in Ucraina - dzherelo, puoi preparare l'Elekasol - funziona all'istante, bevi per cinque giorni, o bevi una collezione di erbe che rimuove l'intossicazione con erba di San Giovanni + camomilla + menta - nelle stesse proporzioni, bevi tre giorni di tè. Buoni immunomodulatori - erba di San Giovanni, fori, ortica di seta, timo serpeggiante (timo), scheda madre. Bene aiuta con la bronchite. polmonite - salvia prodotta nel latte. 2 °. l a 0,5 l da bere a 1stak al mattino e alla sera. Non prendere immunostimolanti per il momento - minare il sistema immunitario (echinacea, eleuterococco, Rhodiola rosea) - astenersi per un paio di mesi. In generale, la cosa super è un sacco di tè con l'olivello spinoso !! ! e prenditi cura delle tue condizioni come una complicazione pericolosa. Guarisci bene e benedizioni.