Splenomegalia - che cos'è, cause, sintomi, trattamento e corretta alimentazione per gli adulti

Vene varicose

La splenomegalia è una condizione patologica caratterizzata da un ingrossamento della milza. Questa non è una malattia indipendente, ma un sintomo importante di un'altra malattia. A volte splenomegalia può verificarsi contemporaneamente con un ingrossamento del fegato. In questo caso, parlando della progressione dell'epatosplenomegalia. Successivamente, esamineremo in dettaglio quale sia la malattia, quali sono le cause e i sintomi e come trattare la splenomegalia negli adulti.

Cos'è la splenomegalia

La splenomegalia è un ingrossamento anormale della milza associato al verificarsi di qualsiasi processo patologico nel corpo e non è una malattia indipendente. In parole semplici, è un sintomo, una milza ingrossata. Di per sé, il sintomo non è pericoloso, ma in ogni caso richiede una diagnosi approfondita, finalizzata all'individuazione delle cause.

Normalmente, la milza non è palpabile. In un adulto, le funzioni della milza sono le seguenti:

  1. Partecipazione alla formazione dell'immunità - filtraggio di batteri e virus dannosi, conservazione degli antigeni del sangue e creazione di anticorpi, che sono così importanti per proteggere il corpo dalle malattie.
  2. Rimozione dal flusso sanguigno generale, assorbimento e neutralizzazione dei vecchi globuli rossi.
  3. Accumulo di sangue di ricambio e saturazione del corpo con esso in situazioni di emergenza. Con una significativa perdita di sangue, la milza getta nel flusso sanguigno generale un apporto di piastrine e globuli rossi, saturando così il corpo con l'ossigeno necessario.

Cause della splenomegalia

Come già accennato, la splenomegalia è causata da un'altra malattia nel corpo - dalle malattie oncologiche alle comuni infezioni infiammatorie. Nel 70% dei casi, la causa dell'ingrossamento della milza è la cirrosi epatica. Altre possibili cause dell'ingrandimento della milza:

  • Infezioni virali, ad esempio, mononucleosi.
  • Infezioni batteriche, in particolare, sifilide e endocardite batterica.
  • Infezioni parassitarie, come la malaria.
  • Epatite B cronica, epatite C cronica, cirrosi e altre malattie del fegato.
  • Lesioni alla milza a causa di danni addominali.
  • Vari anemia emolitica - una condizione in cui vi è una rottura prematura dei globuli rossi.
  • Malattie oncoematologiche - leucemia e linfomi di Hodgkin.
  • Malattie metaboliche
  • Aumento della pressione nelle vene che attraversano il fegato o la milza, così come la trombosi di queste vene.
  • Una delle cause della splenomegalia è il ristagno del sangue venoso nella milza. La milza è una rete venosa ben sviluppata. Pertanto, in violazione del deflusso di sangue venoso da esso, si verifica l'aumento. Con l'accumulo di sangue in questo organo, inizia la crescita del tessuto vascolare e aumenta il numero di globuli rossi.

Vale la pena notare che nelle patologie della formazione del sangue e delle malattie autoimmuni la splenomegalia caratteristica si verifica anche nelle prime fasi della malattia. L'organo rapidamente e fortemente aumenta di dimensioni, viene facilmente rilevato anche con l'auto-palpazione della regione epigastrica.

  • Bambini e giovani infettati da mononucleosi virale.
  • Residenti e visitatori di aree endemiche per la malaria.
  • Soffrite della malattia di Gaucher, Niemann-Pick e alcune altre malattie metaboliche ereditarie che colpiscono lo stato del fegato e della milza.

Sintomi e segni della malattia

La milza può crescere eseguendo le sue normali funzioni in risposta a un'altra malattia. Alcune infezioni e malattie che colpiscono le cellule del sangue aumentano il flusso di sangue alla milza. Inoltre, le malattie che colpiscono la milza sono cause comuni del suo aumento. La splenomegalia non è sempre una condizione anormale e la dimensione della milza non indica necessariamente una violazione delle sue funzioni.

Nella foto a sinistra c'è una milza normale, mentre a destra c'è la splenomegalia

Poiché la splenomegalia è il risultato di molte malattie diverse, non ci sono sintomi specifici.

Possibili sintomi di splenomegalia:

  1. La splenomegalia infettiva e infiammatoria può manifestarsi come febbre, dolore nell'ipocondrio sinistro, nausea, vomito e feci alterate.
  2. Per quanto riguarda le forme non infiammatorie della splenomegalia, possono manifestarsi con un leggero aumento della temperatura, deboli sensazioni dolorose nell'ipocondrio sinistro e lieve dolore durante la rilevazione dell'ipocondrio sinistro.
  3. Altri segni clinici, di regola, dipendono dalle manifestazioni della malattia di base, a volte c'è dolore nella parte sinistra della milza.

Sfortunatamente, la splenomegalia a lungo può essere asintomatica. Quando viene rilevata una milza ingrossata, è necessario identificare ed eliminare la malattia causativa, contro la quale la milza viene ingrandita.

Come viene diagnosticata la splenomegalia negli adulti

  1. Quando si diagnostica una malattia, le informazioni vengono inizialmente raccolte dalle parole del paziente. È necessario scoprire quale malattia ha provocato l'ingrossamento della milza e quali sono le lamentele del paziente. Il medico di solito scopre da quanto tempo questi sintomi hanno iniziato a disturbare una persona e ciò che associa al loro aspetto. Il medico deve anche sapere se il paziente ha visitato i paesi esotici prima dell'inizio della malattia, se ci sono stati cambiamenti nelle condizioni generali, se il paziente fuma e se abusa di alcol.
  2. Gli esami del sangue clinici e biochimici, il coagulogramma, l'analisi delle urine, il coprogramma, l'analisi fecale per la presenza di elminti e la coltura di sangue batterica sono tra i metodi di ricerca di laboratorio.
  3. Ultrasuoni della milza. Lo scopo degli ultrasuoni è di confermare o negare la presenza di lesioni dell'organo studiato, neoplasie, processi infiammatori e anomalie dello sviluppo.
  4. Se è necessario confermare la splenomegalia in caso di risultati dubbi dopo un esame preliminare, l'ultrasuono è il metodo di scelta per la sua alta precisione e il suo basso prezzo. La TC e la risonanza magnetica possono fornire un'immagine più dettagliata dell'organo. La risonanza magnetica è particolarmente efficace nel determinare la trombosi portale o la trombosi della vena splenica. La ricerca sui radioisotopi è un metodo diagnostico estremamente accurato in grado di identificare ulteriori dettagli del tessuto splenico, ma il metodo è molto costoso e difficile da eseguire.

Se il paziente non si sente male, non ci sono sintomi della malattia, ad eccezione dei sintomi causati da splenomegalia, e non vi era alcun rischio di infezione, non è necessario utilizzare un'ampia gamma di studi, tranne che per eseguire un esame del sangue generale, striscio di sangue periferico, test di funzionalità epatica, addominale CT cavità e ultrasuoni della milza.

trattamento

Il trattamento di splenomegalia, di regola, è ridotto all'eliminazione della malattia causativa che ha causato una milza ingrossata. La terapia può essere effettuata con l'uso di farmaci antibatterici (se splenomegalia ha un'eziologia batterica). Il trattamento di tumori e malattie del sistema ematopoietico consiste nell'uso di agenti antitumorali. Gli ormoni e la terapia vitaminica sono ampiamente usati.

  1. trasfusioni di leucociti;
  2. trasfusioni di piastrine;
  3. trattare un paziente con glucocorticoidi (in questo caso, il farmaco "Prednisolone" è prescritto nella quantità di 20-40 milligrammi al giorno per 4-6 mesi);
  4. rimozione di un organo ingrossato o splenectomia (indicato se il trattamento conservativo non funziona).

cibo

La dieta per una malattia della milza nel suo contenuto è identica al metodo di nutrizione per le persone che soffrono di malattie del fegato. La dieta stessa è considerata una delle misure più efficaci per ripristinare la funzionalità dell'organo interessato e aiuta a prevenire l'insorgenza di ricadute e nuove malattie.

Per assistere nello svolgimento delle funzioni, è necessario disporre di:

  • carne (manzo, pollo, maiale, coniglio, gamberi, granchi), pesce grasso (preferibilmente mare), fegato;
  • verdure e legumi (barbabietole, cavoli, carote, peperoni, zucche, rape, pomodori, fagioli, piselli, lenticchie);
  • cereali (specialmente grano saraceno - ha un alto contenuto di ferro);
  • frutta e bacche (tutti gli agrumi, melograno, avocado, banane, mele, ribes, parrucche, mirtilli);
  • verdi, radice di zenzero;
  • miele;
  • bevanda: tè verde (soprattutto con lo zenzero), decotti di bacche di rosa canina, biancospino, succhi di frutta appena spremuti dalle verdure e frutta di cui sopra, succo di mirtillo rosso.

L'elenco dei prodotti vietati include:

  • piatti fritti, speziati;
  • pasticcini, pane bianco fresco;
  • qualsiasi tipo di funghi;
  • caffè;
  • prodotti a base di cioccolato;
  • alcol;
  • brodi;
  • condimenti, spezie, spezie, senape, aceto, salse, maionese;
  • caviale di pesce e cibo in scatola;
  • grasso;
  • uova;
  • bevande gassate

In generale, una diagnosi come la splenomegalia non è pericolosa come la sua malattia principale. Va notato in particolare che nella pratica medica moderna ci sono stati molti casi in cui anche una milza notevolmente ingrandita è tornata alle sue dimensioni normali dopo la terapia di combinazione della malattia principale.

Splenomegalia - che cos'è? Cause e trattamento, segni di splenomegalia

Ogni organo del corpo umano ha una forma e una dimensione individuale. Normalmente, queste caratteristiche sono approssimativamente le stesse per persone diverse, ma lo sviluppo di una malattia può portare a cambiamenti negli indicatori.

Ad esempio, una diminuzione patologica o, al contrario, un aumento di un organo non è un fenomeno raro.

Transizione rapida sulla pagina

Splenomegalia - che cos'è?

A volte puoi sentire dal medico che il paziente ha una milza ingrossata o "splenomegalia". Per le persone che sono lontane dalla medicina, è difficile capire questa domanda, è una diagnosi o cos'è? La splenomegalia è un ingrossamento anormale della milza associato al verificarsi di qualsiasi processo patologico nel corpo e non è una malattia indipendente. In parole semplici, è un sintomo, una milza ingrossata.

Di per sé, il sintomo non è pericoloso, ma in ogni caso richiede una diagnosi approfondita, finalizzata all'individuazione delle cause.

Normalmente, la lunghezza della milza non supera i 12 cm in un adulto, questo organo pesa circa 100-150 grammi e non è rilevabile durante il sondaggio. Le uniche eccezioni sono le persone molto magre.

La splenomegalia lieve è un ingrossamento della milza, in cui la sua lunghezza è compresa tra 13 e 20 cm e il peso è tra 400-500 grammi. Se questi valori iniziano a superare i limiti di soglia di 21 cm e 1000 grammi, rispettivamente, si dice che siano gravi.

Nel corpo umano, la milza ha una funzione ematopoietica ed è uno dei principali depositi di sangue, che contiene globuli rossi, piastrine e globuli bianchi. Oltre alla produzione di globuli rossi, questo organo è responsabile della formazione di globuli bianchi - leucociti. Ecco come si realizza la funzione immunitaria della milza.

Tuttavia, in questo organo non si formano solo le cellule del sangue, ma anche quelle danneggiate e quelle vecchie sono distrutte. La milza è anche responsabile della sintesi di alcune strutture proteiche, in particolare le immunoglobuline.

La splenomegalia negli adulti può verificarsi quando il corpo cerca di compensare l'insufficienza di alcuni componenti. Ad esempio, con anemia causata da bassi livelli di emoglobina nel sangue o con una forte risposta immunitaria, quando una quantità enorme di immunoglobulina è prodotta dalla milza. Inoltre, molte infezioni causano splenomegalia lieve.

Splenomegalia nei bambini, in particolare

Se una milza ingrossata negli adulti è un possibile segnale dello sviluppo di un processo patologico nel corpo, allora la splenomegalia nei bambini non è sempre motivo di preoccupazione.

Normalmente, la milza di alcuni bambini può superare leggermente i valori di soglia massima per quanto riguarda l'età. Pertanto, in un neonato, una deviazione della lunghezza di questo organo fino al 30% è considerata ammissibile. All'età di sei mesi, la milza può superare la lunghezza massima della soglia del 15%, e di tre anni - di solo il 3% diverso dalla norma.

Se la splenomegalia si trova in un bambino, per lui è obbligatoria una gamma completa di procedure diagnostiche. È necessario superare esami del sangue generali e biochimici, esaminare l'urina, condurre uno studio sul feci - coprogramma.

Poiché le infezioni da vermi e le infezioni sono una causa comune di ingrossamento della milza nei bambini, viene mostrato uno studio delle feci sulle uova di vermi, un'analisi immunologica per la presenza di protozoi e un esame batteriologico del sangue per rilevare un agente infettivo e la sua resistenza ai farmaci.

I dati principali sul grado di ingrandimento dell'organo, la sua struttura, la presenza o l'assenza di neoplasie in esso, il medico riceve dopo un'ecografia della milza. Il trattamento sarà richiesto se verranno identificate eventuali patologie che hanno innescato lo sviluppo di splenomegalia.

Tuttavia, ci sono situazioni in cui una milza ingrossata in un bambino non è un segno di patologia. Questo sintomo è solo una ragione per un esame serio, ma non necessariamente un avvertimento sul pericolo di una grave malattia.

Segni e forme di splenomegalia negli umani

La splenomegalia, come notato sopra, non è una malattia, ma un possibile sintomo di patologia. Le cause principali della splenomegalia sono le infezioni, le malattie autoimmuni, le malattie del sangue e degli organi che formano il sangue, i disturbi circolatori, il metabolismo, gli ascessi, gli attacchi cardiaci dell'organo e le neoplasie.

Le infezioni che provocano un ingrossamento della milza possono essere causate da agenti patogeni di varia natura:

infezione

La causa della splenomegalia può essere un'infezione batterica, che si manifesta in forma acuta o cronica. Una milza ingrandita è osservata in tali condizioni acute:

  • sepsi;
  • tubercolosi miliare;
  • malattie del gruppo tifo-paratifo, i cui agenti causali sono microrganismi della Salmonella.

Inoltre, splenomegalia è nota nel decorso cronico della sifilide, della brucellosi, della milza tubercolosi. In quest'ultimo caso, una lesione predominante viene osservata solo in un organo specifico, mentre nella sifilide e nella brucellosi sono interessate anche altre strutture.

virus

Parlando di infezioni virali che portano a una milza ingrossata, si dovrebbe menzionare il morbillo, l'epatite, la rosolia e la mononucleosi infettiva. Con il morbillo e la rosolia, il corpo copre l'eruzione, si osservano anche cambiamenti patologici nei linfonodi.

I virus dell'epatite colpiscono principalmente il fegato e la milza soffre una seconda volta. Essendo un organo immunitario, fornisce una lotta intensificata contro l'agente patogeno e aumenta con l'epatite cronica.

Lo sviluppo della mononucleosi infettiva causata dal virus Epstein-Barr è associato al danno non solo della milza, ma anche del fegato e dei linfonodi nel collo.

Il più semplice

Le infezioni da protozoi sono più comuni nei paesi tropicali. Molto spesso la splenomegalia è causata dalla malaria e dalla leishmaniosi. Nel primo caso, i processi patologici influenzano non solo la milza, ma anche altri organi.

Quando la leishmaniosi soffre anche del fegato, probabilmente un grave danno alla pelle. Un'altra malattia protozoaria, non solo comune nelle latitudini meridionali, è la toxoplasmosi - con questa patologia soffre il sistema nervoso. Spesso la toxoplasmosi è asintomatica.

  • La splenomegalia è registrata nell'infezione acuta.

Parassiti e funghi

I parassiti più pericolosi (elmintiasi) in termini di lesione della milza sono echinococcosi e schistosomiasi. Delle malattie fungine che causano splenomegalia, istoplasmosi (è accompagnata da una lesione aggiuntiva dei polmoni) e blastomicosi (la pelle soffre anche) sono degni di nota.

Infezioni, invasioni elmintiche, così come ascessi e siti di infarto nell'organo provocano un ingrossamento della milza. In questo caso, i segni di splenomegalia sono i seguenti:

  • alta temperatura corporea (39-40 ° C, a volte fino a 42 ° C con tifo, malaria, leishmaniosi, istoplasmosi, blastomicosi, echinococcosi);
  • vomito, nausea;
  • a volte diarrea;
  • dolore nell'ipocondrio sinistro;
  • palpazione dolorosa della milza.

Tuttavia, oltre all'infiammazione, una milza ingrossata può essere non infiammatoria. È caratterizzato da un quadro clinico del genere:

  • normali indicatori della temperatura corporea o un leggero aumento di essa (non superiore a 37,5 ° C);
  • dolore inespresso, lieve alla palpazione della milza;
  • tirando disagio nell'ipocondrio sinistro;
  • inizio rapido della saturazione durante i pasti, perché la milza schiaccia lo stomaco.

splenomegalia non infiammatoria osservata in diversi tipi di anemia, disturbi metabolici natura congenita o acquisita, ipertensione portale, la cirrosi Peak (emozionante, oltre al fegato, cuore e polmone), leucemia, linfoma, mielofibrosi e processi autoimmuni (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, periartrite nodosa ).

Inoltre, la milza si allarga senza un concomitante processo infiammatorio con lo sviluppo di tumori e cisti in esso.

Poiché il quadro clinico della splenomegalia non infiammatoria è non specifico e sufficientemente sfocato, è necessaria una diagnosi completa completa, comprendente sia metodi di ricerca strumentali che di laboratorio, per identificare la causa patologica.

Come trattare la splenomegalia?

La domanda è: cos'è la splenomegalia e come trattarla? - si verifica per la prima volta in una persona quando sente per la prima volta una diagnosi così "strana". Poiché tale condizione si sviluppa sullo sfondo di qualsiasi patologia, la terapia deve essere eseguita per eliminare la causa alla radice.

Nel processo infettivo provocato dai batteri, sono indicati antibiotici e se la malattia ha un'eziologia virale, farmaci antivirali.

Le micosi sono trattate con agenti antifungini ed invasioni elmintiche con antielmintico. Nell'echinococcosi, quando le cisti con forme larvali del patogeno germinano nella milza, è possibile solo la rimozione chirurgica.

Sullo sfondo dell'anemia, specialmente causata da una carenza di vitamina B12, è indicata la terapia vitaminica. Il cancro del sangue viene trattato con farmaci antitumorali. Per alleviare l'infiammazione pronunciata della milza e sopprimere l'immunità sovra-attivata, vengono utilizzati farmaci ormonali.

Sfortunatamente, il trattamento farmacologico della splenomegalia non sempre dà risultati. Se non ci sono dinamiche positive e la milza continua a crescere di dimensioni, il fallimento nel suo lavoro porta a un'eccessiva distruzione delle cellule del sangue (ipersplenismo) - la rimozione chirurgica dell'organo è indicata.

  • La stessa tattica viene seguita quando viene rilevato un tumore maligno.

Possibili complicazioni

La splenomegalia richiede un'attenta attenzione del paziente e un regolare follow-up con il medico curante, specialmente se si è sviluppato durante un'infezione cronica. La complicazione più pericolosa di una milza ingrossata è la sua rottura. Può provocare un aumento dello sforzo fisico, lividi, lesioni ricevute, anche durante l'occupazione degli sport di contatto.

Inoltre, la splenomegalia è caratterizzata da ipersplenismo - aumento della filtrazione delle cellule del sangue, seguita dalla distruzione. In questo contesto, vi è una carenza di globuli rossi, piastrine e globuli bianchi e l'iperplasia (sviluppo eccessivo) del midollo osseo si forma per compensare la normale concentrazione di cellule del sangue.

La splenomegalia non è auspicabile per partire senza una diagnosi, perché è possibile perdere lo sviluppo di malattie gravi, spesso pericolose per la vita.

Accade che quando esaminati in pazienti con una milza allargata e senza manifestazioni cliniche, non trovano le ragioni per questa condizione patologica. Un risultato del genere non è un motivo per fermare la diagnosi. L'esame deve essere ripetuto dopo 6-12 mesi.

A quale medico consultare una milza ingrossata?

La milza è un organo del sistema ematopoietico e immunitario, pertanto, con lo sviluppo della splenomegalia, dovrebbero essere visitati un ematologo e un immunologo. Tuttavia, l'esame principale può essere effettuato da un terapeuta. Questo specialista eseguirà una palpazione dell'organo e, se necessario, prescriverà una diagnosi ecografica e test di laboratorio.

Con i risultati ottenuti, il paziente può essere indirizzato a uno specialista. Oltre all'ematologo e all'immunologo, può essere uno specialista in malattie infettive, un oncologo o un chirurgo.

Spero di aver spiegato cos'è la splenomegalia e mi è stato chiaro: una milza ingrossata in un bambino o in un adulto non è causa di panico. La patologia nei bambini fino a 3 anni in assenza di malattia è una variante della norma. Gli adulti, se non viene trovata la ragione per l'aumento dell'organo, devono essere diagnosticati regolarmente. Così sarà possibile proteggersi dalle complicazioni della splenomegalia effettiva e in tempo per identificare le malattie pericolose.

splenomegalia

La splenomegalia è una sindrome patologica secondaria, che si manifesta con un aumento delle dimensioni della milza. Un aumento dell'organo della genesi non infiammatoria è accompagnato da dolore dolorante, una sensazione di scoppio nell'ipocondrio sinistro. Durante i processi infettivi, si verificano febbre, dolore acuto nell'ipocondrio sinistro, nausea, diarrea, vomito, debolezza. La diagnosi si basa su esame fisico, ecografia, scintigrafia milza, radiografia e TCMS addominale. La tattica del trattamento dipende dalla malattia di base, che ha portato alla splenomegalia. Viene prescritta una terapia etiotrope, con cambiamenti irreversibili e un aumento significativo dell'organo, viene eseguita la splenectomia.

splenomegalia

La splenomegalia è un ingrossamento anormale della milza. La sindrome non è un'unità nosologica indipendente, ma appare secondariamente, sullo sfondo di un altro processo patologico nel corpo. Normalmente, la milza pesa circa 100-150 ge non è disponibile per la palpazione, perché è completamente nascosta sotto la gabbia toracica. La palpazione può determinare il corpo quando viene aumentato di 2-3 volte. La splenomegalia può essere un indicatore di malattie gravi, la sua prevalenza nella popolazione generale è dell'1-2%. Nel 5-15% dei bambini sani, l'ipertrofia milza è determinata a causa di imperfezioni del sistema immunitario. La sindrome può manifestarsi in persone di tutte le età. Ugualmente sorprendente nelle donne e nei maschi.

Cause della splenomegalia

La milza è un componente importante del sistema immunitario. Un aumento dell'attività funzionale, un aumento della velocità del flusso sanguigno e la dimensione dell'organo sono accompagnati da un gran numero di malattie sia di natura infettiva che non infettiva. I motivi principali per lo sviluppo di questa patologia includono:

  • Malattie infettive Aumento delle dimensioni è dovuto ad un aumento del carico immunitaria sul corpo in batterico (sifilide, tubercolosi), virali (HIV, citomegalovirus, virus di Epstein-Barr), fungine (blastomicosi, istoplasmosi), parassita (schistosomiasi, echinococcosi), protozoi (malaria, leishmaniosi) infezioni acute e croniche.
  • Malattie autoimmuni L'iperplasia si sviluppa con un aumento della funzione fagocitaria della milza, l'attivazione del sistema reticoloendoteliale sullo sfondo delle malattie autoimmuni (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, periarterite nodosa).
  • Malattie mieloproliferative. La splenomegalia si forma durante la trasformazione maligna delle cellule del midollo osseo, che è accompagnata dalla loro eccessiva proliferazione e alterata emopoiesi, compresa la milza. Questi stati includono vera policitemia, leucemia mieloide, metaplasia mieloide.
  • Neoplasie di varie eziologie. Un organo ingrossato può essere associato a tumori benigni e maligni della milza, tumori del sistema ematopoietico (linfoma, leucemia acuta e cronica) e con metastasi da altri focolai (carcinoma polmonare, carcinoma epatico).
  • Disturbi ematologici La sindrome si sviluppa sullo sfondo di un aumento del carico funzionale della milza con malattie ematiche ereditarie e acquisite (anemia emolitica, talassemia, agranulocitosi ciclica, ecc.).
  • Disordini metabolici La splenomegalia si verifica a seguito di infiltrazioni del parenchima da macrofagi, lipidi o altri metaboliti in disordini metabolici acquisiti ed ereditari (fenilchetonuria, morbo di Wilson, sindrome di Zolweger, glicogenosi, ecc.).
  • Disturbi circolatori. In caso di violazione del flusso di sangue nel canale venoso a causa della stagnazione, si verifica la crescita del tessuto vascolare, aumenta il numero di globuli rossi, aumenta la pressione nel sistema portale e si sviluppa l'ipertrofia degli organi. Trombosi della vena splenica, torsione del peduncolo vascolare della milza può portare a questa condizione.

classificazione

In gastroenterologia, la sindrome è classificata in base all'eziologia e alla patogenesi. Esistono due forme di splenomegalia, di diversa natura e manifestazioni cliniche:

  1. Infiammatorie. Si verifica in presenza di infezioni batteriche, virali, protozoi, fungine (epatite virale acuta, rosolia, tubercolosi, salmonellosi, malaria, ecc.). Manifestato da un quadro clinico luminoso e intossicazione generale del corpo.
  2. Non infiammatoria. Si sviluppa come risultato di varie malattie di natura non infettiva (anemia, amiloidosi, cirrosi epatica, leucemia). In questo caso, i sintomi della malattia di base sono più pronunciati, le manifestazioni cliniche della milza sono cancellate.

I sintomi della splenomegalia

Il quadro clinico dipende dalla patologia iniziale, dalle cause e dall'estensione dell'ingrossamento dell'organo. Nella maggior parte dei casi, i sintomi della malattia primaria vengono alla ribalta. La splenomegalia infiammatoria è accompagnata da un aumento della temperatura corporea a valori febbrili, nausea, vomito, indebolimento della sedia, grave debolezza. Le sensazioni dolorose sono spesso acute e localizzate nell'ipocondrio sinistro.

Quando eziologia non infiammatoria della malattia, la temperatura corporea è normale o subfebrile. Si verifica dolore acuto o pressante nell'ipocondrio sinistro di bassa intensità. I sintomi comuni di intossicazione sono assenti o lievi. La sindrome di splenomegalia è accompagnata dalla comparsa di pallore della pelle con una sfumatura bluastra, perdita di appetito, diminuzione dell'efficienza. Spesso c'è un aumento simultaneo delle dimensioni della milza e del fegato - epatosplenomegalia. In questo caso, la sensazione di pesantezza e distensione nell'ipocondrio a destra si unisce ai sintomi principali.

complicazioni

Le complicanze più gravi della splenomegalia includono la rottura splenica. Questa condizione è accompagnata da un'emorragia massiccia e porta allo sviluppo di shock emorragico e, in assenza di misure di emergenza, fino alla morte. Funzione alterata della milza può essere combinata con la distruzione intraorganica di globuli rossi, l'insorgenza di ipersplenismo, che è accompagnata da leucopenia, anemia, trombocitopenia. Di conseguenza, la coagulazione del sangue è disturbata, la funzione immunitaria diminuisce, si sviluppa l'ipossia. Questa condizione può portare a conseguenze potenzialmente letali (shock, sanguinamento).

diagnostica

La diagnosi primaria è consultare un gastroenterologo. Durante l'esame fisico, il palpatore specialista determina l'organo patologicamente ingrandito, ottusità splenica percutanea alterata. Studiando la storia della vita e delle malattie, il medico può suggerire la causa dello sviluppo della splenomegalia. Per confermare la diagnosi e condurre una diagnosi differenziale, sono prescritti i seguenti esami strumentali:

  • Ultrasuoni della milza. Consente di determinare la dimensione e la forma del corpo. Rileva lesioni, processi infiammatori, neoplasie e anomalie della milza.
  • Radiografia del sondaggio della cavità addominale. Le immagini mostrano un aumento della milza e lo spostamento delle strutture anatomiche vicine (stomaco, intestino). Con la fluoroscopia, la milza è mobile e partecipa all'atto della respirazione.
  • MSCT della cavità addominale. Metodo di ricerca moderno, che consente di ottenere un'immagine dettagliata del corpo. Con la localizzazione della malattia primaria nella cavità addominale (tumore, cisti idatidea), questo metodo aiuta a determinare la causa della splenomegalia.
  • Scintigrafia milza. Utilizzando la ricerca di radioisotopi, è possibile determinare lo stato funzionale e i cambiamenti focali nel parenchima splenico. Allo stesso tempo, viene spesso eseguita la scintigrafia epatica, che può aiutare a trovare la causa della malattia.

Con un quadro clinico pronunciato con sintomi di intossicazione, OAK, sono prescritte analisi del sangue biochimiche, OAM. La splenomegalia è differenziata con tumori benigni e maligni, ascesso, cisti di milza.

Trattamento splenomegalia

La tattica del trattamento si basa sul trovare ed eliminare la malattia causale. In caso di processi infettivi, la terapia viene effettuata tenendo conto dell'agente causale della malattia (farmaci antibatterici, antivirali, antiprotozoici, ecc.). Quando la patologia autoimmune ha prescritto agenti ormonali. Nelle malattie ematologiche e nelle neoplasie vengono utilizzati farmaci antitumorali, radioterapia e chemioterapia e trapianto di midollo osseo. La splenomegalia infiammatoria con gravi sintomi di intossicazione richiede una disintossicazione, una terapia antinfiammatoria. Descrittivamente prescrivere vitamine e complessi minerali, antidolorifici.

Con la milza grande, alcune malattie di accumulo (amiloidosi, malattia di Gaucher, ecc.), L'ipersplenismo, la trombosi del portale e le vene spleniche eseguono la rimozione dell'organo (splenectomia). La dieta per splenomegalia comporta il rifiuto di cibi fritti, affumicati, in scatola, bevande alcoliche. Si consiglia di ridurre l'uso di dolci, funghi, caffè, cioccolato, bevande gassate. Occorre dare la preferenza a base di carne magra (coniglio, manzo), verdure (peperoni, cavoli, barbabietole), cereali, frutta e bacche (agrumi, banane, mele, lampone, ecc). Dalle bevande si consiglia di utilizzare tè leggero, bevande alla frutta e composte fatte in casa.

Prognosi e prevenzione

La splenomegalia è una sindrome che può indicare malattie gravi e pertanto richiede una diagnosi approfondita. Ulteriori prospettive dipendono dalla patologia originale. La previsione degli effetti della malattia non è possibile a causa della natura multifattoriale di questa condizione. La prevenzione è prevenire lo sviluppo della patologia, che porta alla formazione della splenomegalia. A tal fine, follow-up annuale raccomandato, trattamento tempestivo dei processi acuti nel corpo e riabilitazione dei focolai cronici di infiammazione.

Splenomegalia: che cos'è e come trattare

La milza è un organo importante situato nella regione addominale e responsabile dell'immunità. È lì che avviene la distruzione di cellule e batteri nocivi trasportati attraverso il sistema circolatorio. Inoltre, nella milza, la formazione di nuove cellule del sangue e la distruzione di quelle vecchie, oltre a produrre immunoglobuline.

Nello stato normale, la milza pesa circa 100-150 g e la sua lunghezza varia da 11 cm a 12 cm. È molto difficile sentire la milza, ma è più facile da trovare nei bambini e nelle persone magre durante la palpazione.

Splenomegalia: che cos'è e come trattare

La splenomegalia è una condizione in cui la milza è eccessivamente ingrandita. Le cause di questo processo patologico possono servire come molti fenomeni e malattie.

Splenomegalia nei bambini

L'espansione della milza nei bambini non è sempre un motivo per preoccuparsi. A volte questo processo può essere osservato a causa di cambiamenti legati all'età nel bambino. Quindi, nelle briciole appena nate, la lunghezza della milza può superare la norma di circa il 30%. Di sei mesi, la sua lunghezza di solito non supera il 15% della norma e per 3 anni la dimensione della milza può essere aumentata solo del 3%.

Fai attenzione! Se uno specialista ha identificato una splenomegalia in un bambino o ha sospettato questa condizione, è necessario un set di misure diagnostiche per determinare quanto la milza è ingrandita rispetto alla norma e cosa ha causato il suo aumento anormale.

La dimensione della milza, a seconda dell'altezza del bambino

In caso di sospetta splenomegalia, sono necessarie le seguenti misure diagnostiche:

  1. Analisi del sangue generale
  2. Analisi biochimica del sangue
  3. Analisi delle urine
  4. Coprogramma (studio calla).
  5. Palpazione addominale: uno specialista valuta la densità della milza, le sue dimensioni approssimative, il dolore durante l'esame.
  6. Ultrasuoni della milza.
  7. Coagulazione.
  8. Analisi immunologica
  9. Esame batteriologico del sangue

I sintomi della splenomegalia nei bambini

Talvolta può anche essere necessario studiare mediante tomografia computerizzata o risonanza magnetica.

Attenzione! Se, a seguito degli studi di cui sopra, si riscontrano anomalie o anomalie nell'organismo che provocano splenomegalia, gli specialisti prescriveranno il trattamento necessario per il bambino.

Splenomegalia negli adulti

La diagnosi di questa anomalia negli adulti inizia con la raccolta dell'anamnesi e l'ascolto delle lamentele del paziente. In un adulto, la crescita anormale dell'organo sopra può essere un segno dello sviluppo di una moltitudine di malattie.

Ingrandimento dello splenoma in splenomegalia

La loro classificazione è la seguente:

  • malattie autoimmuni;
  • morte accelerata dei globuli rossi;
  • processi stagnanti nella milza;
  • vari tumori nel corpo.

Fai attenzione! Il processo patologico di cui sopra può essere moderato - in questo caso, la milza non supera 13-20 cm di lunghezza e il suo peso non è superiore a 1 kg. Se la lunghezza e il peso del corpo sono maggiori delle figure indicate, questa condizione si riferisce alla grave splenomegalia.

L'esame primario per determinare anomalie nello sviluppo della milza può essere effettuato da un medico generico.

Il fenomeno patologico di cui sopra può assumere due forme:

  1. Infiammatorio - caratterizzato da febbre, dolore a sinistra, vomito, diarrea e intossicazione generale del corpo.
  2. Non infiammatorio - è determinato solo da un dolore tirante a sinistra, che può dare allo stomaco. Allo stesso tempo, l'infiammazione dei tessuti dell'organo non si verifica, ma le sue funzioni principali si deteriorano in modo significativo. Potrebbe esserci un aumento della temperatura corporea fino a 37 ˚C.

Malattie che causano splenomegalia

Fai attenzione! Nella maggior parte dei casi, gli ematologi, gli oncologi e gli immunologi, e talvolta i reumatologi, gli endocrinologi e gli specialisti delle malattie infettive sono raccomandati per diagnosticare il suddetto anormale allargamento della milza e identificare le cause di questa condizione d'organo.

Cause della splenomegalia negli adulti e nei bambini

Negli adulti e nei bambini, l'allargamento della milza può verificarsi per vari motivi. I più comuni sono considerati nella tabella.

Cause della splenomegalia

Cardiopatia congenita

Pienezza insufficiente del sangue della milza

La splenomegalia. Perché?

In alcuni casi, si può verificare un ingrossamento anomalo dell'organo quando si assumono determinati farmaci o in presenza di alcune malattie genetiche.

Sintomi di ingrossamento della milza anormale nei bambini e negli adulti

Riconoscere un leggero aumento della milza negli adulti e nei bambini può essere sulle seguenti caratteristiche esterne:

  1. Fatica.
  2. Diminuzione delle prestazioni.
  3. Indebolimento immunitario
  4. Perdita di peso improvvisa.
  5. Irrequietezza durante il sonno
  6. La comparsa di lividi sulla pelle e il suo sbiancamento.

Fai attenzione! Con un moderato aumento nell'organo specificato, nessuna manifestazione di splenomegalia può essere osservata affatto. Occasionalmente, sono possibili fastidiosi dolori nella parte sinistra del corpo.

Nei casi in cui l'organo è ingrandito in modo significativo in relazione ai parametri normali, sia il bambino che l'adulto possono sperimentare una serie dei seguenti sintomi:

  • la rapida comparsa di una sensazione di pienezza durante il pasto (la ragione di ciò è la pressione della milza ingrossata sullo stomaco);
  • trascinamento invalicabile, sensazioni a disagio ea volte dolorose nell'ipocondrio sinistro;
  • tachicardia e soffio al cuore;
  • debole sensazione dolorosa quando palpare la milza;
  • nausea, vomito;
  • un improvviso aumento di temperatura (spesso fino a 39-40 ˚С e oltre).

Attenzione! Se uno specialista ha rilevato un ingrossamento della milza, ma le ragioni cliniche che hanno provocato questo fenomeno non sono state rilevate durante la diagnosi, in nessun caso questa situazione dovrebbe essere autorizzata a fare il suo corso. Il prossimo esame dovrebbe essere ripetuto 6 mesi dopo il primo.

Possibili complicazioni

Una milza che aumenta in modo anomalo inizia a trattare i globuli rossi molto più velocemente del normale. Questo processo può causare anemia in un adulto o bambino. Accelera anche il trattamento di piastrine e leucociti, che porta ad un indebolimento del sistema immunitario e aumenta la capacità di acquisire qualsiasi malattia.

Inoltre, una maggiore filtrazione e distruzione delle cellule del sangue possono innescare la loro deficienza nel corpo, che può causare lo sviluppo di iperplasia - uno sviluppo anormale del midollo osseo al fine di ripristinare il normale numero di cellule del sangue.

Questa condizione è pericolosa perché è probabile che la milza si rompa, specialmente nei bambini a causa della loro mobilità. La causa della rottura della milza può essere:

  • traumi;
  • cadere;
  • contusioni;
  • esercizio eccessivo

I genitori i cui figli hanno una crescita anormale della milza devono monitorare attentamente la salute del loro bambino e il suo benessere quotidiano per notare un deterioramento nel tempo e consultare uno specialista.

Cause comuni di splenomegalia

Una crescita anormale della milza può anche provocare un peggioramento del decorso della malattia, che inizialmente ha causato lo sviluppo di splenomegalia (ad esempio, può provocare un aumento dei tumori).

È necessario trattare la splenomegalia

La splenomegalia non è una malattia, ma solo un chiaro segno dello sviluppo di eventuali anomalie nel corpo. Pertanto, l'obiettivo degli specialisti è identificare le cause che hanno provocato questo stato dell'organo.

Al rilevamento di patologie infettive, è necessario il trattamento in ambiente ospedaliero. In caso di malattie del sistema circolatorio, viene eseguito un esame approfondito a lungo termine del sangue del paziente e dell'intero organismo, gli specialisti elaborano un piano di trattamento complesso e, molto probabilmente, in questo caso il paziente dovrà essere ricoverato in ospedale più di una volta.

Attenzione! Dirigere il trattamento a ridurre la milza stessa è assolutamente privo di significato, poiché se la ragione principale per lo sviluppo della splenomegalia non viene eliminata, l'organo specificato aumenterà ancora e ancora.

A seconda di quale malattia abbia causato lo sviluppo dell'anomalia, al paziente possono essere prescritti i seguenti farmaci:

  • antitumorale - se i tumori sono la causa della crescita anormale della milza: Metotrexato (trattamento della leucemia negli adulti e nei bambini, così come il cancro della mammella nelle donne), Bruneomitsin (un antibiotico per il trattamento del neuroblastoma, tumore di Wilms e malattia di Hodgkin), Benzotif (assegnato nel cancro del polmone o delle ghiandole mammarie); "Degranol" (indicato per leucemia linfocitica, leucemia mieloide e linfoma di Hodgkin);
  • ormonale - per alleviare l'infiammazione e sopprimere l'immunità: "Prednisone" si riferisce ai farmaci glucocorticoidi. Deve essere assunto ininterrottamente per 3-6 mesi (lo specialista decide a seconda della situazione) non oltre la dose di 20-40 g al giorno come prescritto dal medico curante;
  • antibatterico - quando le infezioni batteriche sono diventate la causa della crescita della milza: "Adefovir" per l'epatite B; "Clorochina" e "pirimetamina" per la malaria; "Azitromicina" e "Claritromicina" nella mononucleosi;
  • antifungoso - se le malattie fungine sono diventate la causa della splenomegalia: "Claforan", "Fluconazolo", "Nistatina", "Ampioks".

Solo con il pieno smaltimento delle malattie che hanno provocato un ingrossamento anormale della milza, la sua dimensione ritorna normale.

Parallelamente al trattamento della malattia di base che ha provocato la splenomegalia, gli specialisti applicano metodi che aiutano a ridurre la milza alle dimensioni normali. A tale scopo, utilizzare:

  1. Trasfusioni di leucociti e masse piastriniche.
  2. Trattamento farmacologico: il paziente viene prescritto in base alla causa della splenomegalia.

Nei casi in cui tutte le ragioni per l'eccessivo aumento dell'organo sopra sono state eliminate, ma nonostante ciò la milza continua a crescere di dimensioni, gli esperti insistono sulla sua rimozione. Quando si individuano tumori avanzati, si consiglia spesso l'intervento chirurgico per rimuovere la milza.

Metodo per la diagnosi della milza

Tale procedura può provocare una brusca diminuzione dell'immunità nell'uomo, pertanto, i pazienti che hanno subito la rimozione di un organo devono essere prescritti un ciclo di antibiotici e misure volte a immunizzare il corpo. Dopo l'intervento, la persona deve seguire la dieta quotidiana. Deve contenere alimenti arricchiti con vitamine.

Misure preventive

La prevenzione di un eccessivo aumento della milza può essere solo mirata ad evitare il verificarsi di malattie che provocano splenomegalia. Si raccomanda di evitare focolai infettivi, per monitorare il rispetto delle regole di igiene.

Caratteristiche generali della milza

È inoltre necessario rafforzare le barriere protettive del corpo, condurre uno stile di vita sano, abbandonare le cattive abitudini e cercare di aderire a una dieta sana. La vaccinazione tempestiva e i controlli periodici preventivi con uno specialista svolgono un ruolo importante (almeno 1-2 volte l'anno durante gli esami medici).

In caso di malattia - in modo tempestivo, contattare gli esperti, non ritardare il trattamento e seguire scrupolosamente le raccomandazioni dei medici. Le malattie non trattate o trascurate possono portare a seri problemi di salute.

Di tanto in tanto sarà utile seguire corsi di assunzione di multivitaminici, ma questo dovrebbe essere fatto solo dopo aver consultato uno specialista e rigorosamente secondo le sue istruzioni.

Splenomegalia: cause negli adulti

✓ Articolo verificato da un medico

L'aumento della massa della milza a 200 ge indica la presenza di splenomegalia. La malattia è caratterizzata dalla comparsa di dolore nell'ipocondrio sinistro, un aumento della temperatura corporea a volte fino a + 40 ° C, nausea e vomito. Durante la palpazione, la malattia si manifesta spiacevoli sensazioni. Per capire in dettaglio le cause della malattia, dovresti familiarizzare con i suoi tipi. Questa informazione consentirà ai pazienti di compiere il massimo sforzo per prevenire le cause e prevenire le malattie.

Milza nel corpo umano

Tipi di splenomegalia

Nella stragrande maggioranza dei casi, questa sindrome non è indipendente, un aumento delle dimensioni o atrofia dei tessuti della milza si verifica a seguito di varie malattie. La genesi della splenomegalia può essere diversa.

infiammatorio

Può verificarsi dopo aver sofferto di infezioni batteriche e virali. L'intossicazione dell'organismo si verifica con prodotti di scarto velenosi di microrganismi e parassiti più semplici. Le modifiche possono essere causate da processi purulenti.

Un'altra ragione - disturbi circolatori acuti nei tessuti della milza o danni meccanici causati da lesioni di vario tipo. Durante tali violazioni, non compaiono solo emorragie puntuali, ma anche i tessuti circostanti sono danneggiati. Può iniziare un ascesso e, di conseguenza, processi infiammatori acuti. La malattia si manifesta con un forte aumento della temperatura corporea, dolore nella milza, feci molli e nausea. Ci sono diverse forme della malattia.

Foto di una milza remota, notevolmente ingrandita.

1. Non infiammatorio

La prima causa della malattia è l'anemia del tessuto splenico. A causa di varie malattie nel sangue, l'emoglobina e i globuli rossi si riducono drasticamente. A causa della quantità insufficiente di ossigeno, i tessuti muoiono, mentre la reazione difensiva inizia la divisione intensificata delle cellule sopravvissute, la dimensione dell'organo aumenta in modo significativo.

La seconda ragione è la compromissione sistemica del funzionamento degli organi vitali. Compreso il sistema circolatorio, cuore, polmoni, ecc. Durante questa splenomegalia, la temperatura raramente supera +37 ° C, non c'è dolore al primo stadio della malattia. Il dolore è debole e doloroso.

2. Misto

Ha le manifestazioni cliniche più complesse, è difficile da trattare, richiede grandi sforzi del medico e del paziente. Le cause multiple servono simultaneamente come innesco per la splenomegalia, comprese quelle ereditarie a livello genico. I sintomi variano a seconda del decorso della malattia.

L'elenco delle cause della splenomegalia

La classificazione è basata sulla malattia primaria.

Infezioni batteriche acute

La malattia si verifica all'improvviso, nella maggior parte dei casi, accompagnata da febbre alta e un aumento significativo della dimensione della milza. Le infezioni acute si verificano dopo l'infezione con diversi tipi di batteri.

    Il batterio Salmonella. Causa malattie tifo-paratifere, il processo digestivo è molto disturbato. C'è la diarrea, l'impulso è molto frequente, il corpo è disidratato. Allo stesso tempo, la temperatura corporea può salire fino a + 42 ° C. Grave intossicazione del corpo ha un effetto negativo sulla milza, non affronta le sue funzioni fisiologiche, aumenta di dimensioni a causa di un carico eccessivo.

Batteri Mycobacterium tuberculosis

Malattie batteriche croniche

Il decorso della malattia può andare in una fase di remissione, il benessere del paziente cambia a causa dell'influenza di vari fattori esterni e dello stato del sistema immunitario.

    Il batterio Muccobacterium tuberculosis. Colpisce il fegato e la milza. I sintomi principali sono identici alla clinica di malattia del fegato, la sconfitta della milza può essere rilevata solo dopo una visita medica speciale o un esame di laboratorio.

Affetto della milza - trattamento chirurgico

Treponema pallidum batterio

virale

La frequenza e la gravità delle malattie virali dipendono in gran parte dallo stato del sistema immunitario del corpo. Per il trattamento, è necessario utilizzare potenti farmaci antivirali, una diagnosi moderna e il metodo corretto diventa una garanzia di completo recupero ed elimina le conseguenze negative per la milza.

    Morbillo. Molto spesso, i bambini sono malati, malattia moderata. Ma negli adulti la malattia causa grossi problemi, il trattamento è complesso e complesso, la probabilità di conseguenze negative aumenta in modo significativo. L'eruzione del corpo e delle mucose appare, la temperatura aumenta. Gli organi interni, inclusa la milza, sono interessati.

Splenomegalia, che cos'è? - Cause, sintomi e trattamento

La milza è un organo a forma di pugno situato a sinistra sotto la gabbia toracica. A causa di varie malattie, può aumentare di dimensioni - questo fenomeno è chiamato splenomegalia. Che cos'è, come trattare questa violazione - descriviamo in dettaglio in questa pubblicazione.

Splenomegalia - che cos'è?

La splenomegalia è un ingrossamento della milza. La patologia può essere causata da molte cause e si riscontra negli adulti e nei bambini. La milza svolge un ruolo importante nel combattere le infezioni. Vi si formano i leucociti, che sono i primi ad iniziare la distruzione di agenti patogeni che sono entrati nel corpo.

Altre funzioni della milza:

  1. Filtrazione e distruzione di cellule del sangue danneggiate e vecchie;
  2. Produzione di globuli rossi di riserva, che vengono utilizzati dall'organismo se necessario, ad esempio per la perdita di sangue;
  3. Sintesi proteica;
  4. Conservazione dei globuli (piastrine, globuli rossi, globuli bianchi);
  5. Distruzione di composti insolubili causati da ustioni.

La splenomegalia è considerata un sintomo di una malattia ed è accompagnata da una violazione di ciascuno di questi importanti processi. Ad esempio, la milza inizia a filtrare non solo danneggiati, ma anche i normali globuli rossi, che si accumulano in esso, interferiscono con il corretto funzionamento dell'organo.

Cause della splenomegalia

Ci sono molte malattie che causano splenomegalia. Questo fenomeno può essere temporaneo, che dipende dall'efficacia del trattamento della malattia di base. Oltre alle patologie della milza - tumori, cisti, attacchi cardiaci del corpo, ascessi - con splenomegalia, le ragioni possono essere le seguenti:

  • infezioni batteriche acute e croniche - sepsi, tubercolosi, sifilide, brucellosi;
  • patologie virali - epatite, rosolia, morbillo;
  • micosi - blastomicosi, istoplasmosi e altre infezioni fungine del sangue e degli organi interni;
  • infezioni da protozoi: leishmaniosi, malaria, toxoplasmosi;
  • elmintiasi - echinococcosi, schistosomiasi;
  • disturbi circolatori - lo sviluppo di ipertensione portale, cirrosi di Pick;
  • malattie sistemiche degli organi che formano il sangue - leucemia, linfoma, mielofibrosi;
  • patologie associate a disordini metabolici - glicogenosi, malattia di Wilson;
  • malattie autoimmuni in cui il sistema immunitario prende le cellule del corpo per l'artrite reumatoide aliena, il lupus eritematoso sistemico.

La causa dello sviluppo della splenomegalia è anche l'anemia di diversi tipi - perniciosa, emolitica e altri.

Splenomegalia nei bambini

Nell'infanzia, la milza a volte è leggermente allargata senza alcun disturbo nel corpo del bambino. Questa è una norma fisiologica ed è osservata in un terzo dei neonati, nel 15% dei bambini di età media e in una parte insignificante dei bambini più piccoli.

Le norme della dimensione massima della milza nei bambini sono presentate nella tabella: